Dall'AstigianoCRONACA

Covid: in un mese quasi raddoppiati i contagi tra i detenuti

“La situazione dei positivi sta migliorando, ma la forte carenza di personale e l’isolamento forzato in piccole celle, mi preoccupa molto. Temo l’insurrezione”.

Così la Garante dei detenuti di Asti, Paola Ferlauto, sulla situazione del carcere di Asti, dove nei giorni scorsi è scoppiato un focolaio di Covid-19.
È stato fatto il tampone a tutti i 298 detenuti e, dei 51 detenuti positivi, 44 si sono negativizzati, ma altri 25, che hanno rifiutato la vaccinazione, sono positivi.
Ieri è stato inoculato il Pzifer a 18 detenuti che, per loro patologie, non avevano potuto fare AstraZeneca, ne rimangono 13 che devono essere vaccinati in zona protetta.
“La tensione è tanta, anche perché – spiega Ferlauto – sono aumentati i positivi tra gli agenti e molti sono in malattia. La forte carenza di personale mi preoccupa molto. I detenuti non possono muoversi dalle loro piccole celle e sono venute meno tutte le loro attività. La situazione è sul punto di esplodere.
Temo un’insurrezione”.
Nei giorni scorsi c’erano state diverse tensioni, con detenuti che, rifiutandosi di rientrare nelle celle, hanno dormito nei corridoi.

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button