CORONAVIRUSBRASanità

Covid: a Bra casi in leggera salita, preoccupano gli arrivi dalla Cina

Mentre c’è allarme in tutta Europa per la ripresa dei contagi dalla Cina, i passeggeri testati in aeroporto sono risultati in buona parte infetti, risalgono leggermente i casi di Covid a Bra. Questa mattina risultano ufficialmente 82, uno in più del 22 dicembre. La crescita percentuale è 1,235. Il tasso di positività ogni 1.000 residenti sotto la Zizzola è 2,77.

A Cherasco 32 casi rispetto ai 33 della precedente rilevazione, tasso 3,55. 

A Sommariva del Bosco idem 32 (erano 31), tasso 5,05.

Ad Alba si contano 99 casi rispetto ai 108 di una settimana fa, tasso 3,14.

Ovunque domina sempre la variante Omicron.

In ospedale, al “Ferrero” di Verduno, da tutta l’Asl i ricoverati con il coronavirus sono 15 di cui 1 in terapia intensiva. Gli stessi dati sette giorni fa erano rispettivamente 14 e zero. 

Anche in Piemonte sono tornati i tamponi negli hotspot della Regione: «Una misura di prevenzione a supporto di coloro che arrivano e rientrano dalla Cina» – ha spiegato ieri il governatore Alberto Cirio. «La situazione dei ricoveri e dei contagi è assolutamente sotto controllo in questo momento – ha aggiunto –, e continuiamo a essere in testa in Italia sulle vaccinazioni». Ha concluso Cirio: «Ringraziamo tutto il nostro sistema sanitario che, anche in questi giorni di festa, continua con il massimo impegno a dare un aiuto prezioso alla comunità».

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button