LANGA DEL BORMIDACortemiliaLANGHEAttualità

Cortemilia: Battute di caccia dei cinghiali come misura d’emergenza

Il sindaco Roberto Bodrito ha firmato il 14 ottobre un’ordinanza per l’abbattimento di cinghiali selvatici allo stato brado misura a tutela dell’incolumità pubblica. Il provvedimento si è reso necessario a causa delle “segnalazioni circa la presenza eccessiva di cinghiali sull’intero territorio comunale che, oltre a determinare danni alle coltivazioni agricole, possono essere causa di gravi incidenti stradali nonché costituire un fermo pericolo per le persone e per l’incolumità pubblica stante la relativa propensione ad avvicinarsi alle abitazioni e/o alle attività economiche/artigianali”. L’obiettivo è quello della tutela del centro abitato “in parte ricadente in un’ “oasi””. Il provvedimento prevede l’effettuazione delle attività fino al 31 ottobre. È stata individuata la Polizia locale e la Guardia particolare giurata dipendente dall’Atc Cn5 di Cortemilia come il personale cui demandare il coordinamento degli interventi e la vigilanza sul corretto espletamento delle operazioni. Anche la stazione Carabinieri Forestale è stata individuata come organo deputato al controllo, con servizi saltuari a campione. Le battute si svolgono fra le 7 e le 18 di un giorno fissato e nell’area vengono posti alcuni avvisi sulle strade comunali interessate con l’indicazione “battuta al cinghiale in corso”.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button