Coronavirus: nessun caso acclamato in Piemonte, negativo il caso sospetto a Vercelli

Coronavirus: nessun caso acclamato in Piemonte, negativo il caso sospetto a Vercelli

Al momento in Piemonte non si sono riscontrati casi di positività al virus. Alle aziende sanitarie sono state ribadite le indicazioni dei protocolli internazionali e ministeriali riferite all’evolversi della situazione”. E’ quanto comunica l’Assessorato regionale alla Sanità dopo la riunione straordinaria di oggi della task force sul ‘coronavirus covid-19’ per fare il punto della situazione dopo i primi casi di contagio in Lombardia.

“Il sistema sanitario piemontese sta agendo con la massima attenzione assicurando il pieno rispetto dei protocolli sanitari appropriati alle diverse situazioni”. E’ quanto ha detto Luigi Icardi, assessore regionale alla Sanità, nel corso della riunione straordinaria della task force convocata per fare il punto della situazione dopo i  casi di contagio in Lombardia.
Nel corso del vertice è stata seguita in videconferenza la riunione della Unità di emergenza nazionale in collegamento dalla Regione Lombardia. L’assessore ha illustrato “in tempo” reale la nuova ordinanza emanata dal ministro della Salute, che prevede “misure di isolamento quarantenario” per chi ha avuto contatti con un caso risultato positivo e “dispone la sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni, con obbligo di segnalazione, da parte del soggetto interessato, alle autorità sanitarie locali”.
Alla riunione, presieduto da Icardi, hanno preso parte i direttori generali e sanitari delle Asl e Aso, i responsabili del Seremi (servizio di riferimento regionale di epidemiologia per la sorveglianza e il controllo delle malattie infettive) di Alessandria, il dirigente del Settore programmazione dei servizi sanitari regionali, i responsabili dei servizi 118 e Protezione civile.

Ed è  risultato negativo il caso sospetto di coronavirus a Vercelli: il paziente è un uomo di una quarantina d’anni che, come si apprende in ambienti sanitari, potrebbe essere dimesso dall’ospedale Sant’Andrea già nelle prossime ore.

Contatta l'autore

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Ti potrebbero interessare anche:

Apri chat