ALBAAttualità

Consegnati gli attestati di Rotary e Consorzio assistenziale

L’ambizione primaria di ogni migrante che arriva nel nostro Paese è quella di trovare lavoro: obiettivo imprescindibile per iniziare davvero una nuova vita, progettare un futuro possibile e declinato nel segno dell’integrazione. Per aiutare, in modo particolare le donne, a superare le difficoltà che possono rendere difficile il percorso di inserimento in un contesto molto differente da quello dei Paesi d’origine, la delegazione albese del Rotary Club e il Consorzio Socio Assistenziale stanno lavorando ad una iniziativa – un corso di integrazione – nato nel 2021 e giunto ora alla fase finale, con la consegna degli attestati presso la sede albese del Club. «Il corso – hanno spiegato Sabrina Peano del Consorzio Socio Assistenziale e la presidente Rotary Alba Piera Arata – è stato attivato in sinergia per consegnare a figure femminili motivate all’inserimento lavorativo una formazione di base sulle “materie” a nostro avviso più utili a chi cerca lavoro presso famiglie, come badante o collaboratrice famigliare.

Siamo partiti con 18 donne, due hanno trovato lavoro mentre una ha lasciato, sono quindi 15 le allieve a ricevere l’attestato di partecipazione al corso». Quali materie hanno fatto parte del percorso didattico? «Il corso è stato ovviamente finalizzato a fornire informazioni da spendere nella pratica quotidiana. Alle allieve abbiamo quindi consegnato le conoscenze di base per la pulizia di una casa, per la preparazione dei cibi secondo i canoni della tradizione locale con Fernanda Giamello, nozioni di alimentazione con l’associazione “Ho Cura” di Mavi Oddero. Francesca Benvenuto e Patrizia Boffa hanno curato il corso di cucito e di stiro grazie all’aiuto della mediatrice culturale Adriana Dagu. Non abbiamo trascurato le nuove tecnologie istruendo le corsiste circa il ruolo svolto dai social media e dando loro nozioni di base del foglio di calcolo Exel. Il corso è stato completato da nozioni di base, ma importanti, sulla compilazione di una busta paga, sui diritti della persona e sul principio di pari opportunità. Le nostre corsiste, infine, hanno affrontato anche il tema dell’autostima, della motivazione personale, hanno ricevuto nozioni di igiene della persona e cenni basilari circa la somministrazione dei farmaci più usati dalla popolazione anziana». Per tutte quindi la consegna degli attestati è stato un momento importante per un futuro che sarà presto un po’ più vicino!

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button