Dal CuneeseAttualità

Confcommercio Cuneo: I rincari dei carburanti penalizzano gli agenti di commercio

Dopo oltre venti giorni dalla data nella quale i prezzi dei carburanti sono risaliti alle stelle, la situazione non accenna a migliorare.

“Non ci dimentichiamo – afferma il Cav. Arcangelo Galante, presidente del Sindacato Agenti e Rappresentanti di Commercio Fnaarc-Confcommercio-Imprese per l’Italia-della provincia di Cuneo – di chi con l’auto, i furgoni ed i camion lavora”.

“Il rincaro dei carburanti – prosegue Galante – per gli agenti e rappresentanti di commercio rappresenta un’ulteriore colpo ad un’importante fetta di economia, dopo le chiusure per Covid e la contrazione dei consumi a causa dell’inflazione, inflazione a due cifre e retribuzioni ferme, il potere d’acquisto delle famiglie si è drasticamente ridotto”.

“Con il rincaro dei carburanti – precisa – vi saranno ulteriori effetti negativi, aumenterà il costo dei trasporti, delle merci trasportate e, di conseguenza, il prezzo finale di ogni prodotto; le famiglie acquisteranno sempre di meno riducendo ulteriormente i margini per gli agenti di commercio”.

Gli agenti e rappresentanti di commercio costituiscono il 70% del Pil italiano, una categoria fondamentale per l’economia nazionale.

 

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button