Dal CuneeseDal Comune

Confartigianato Cuneo incontra i sindaci cuneesi a sei mesi dalla loro elezione

Era stata la promessa con la quale avevano concluso il loro incontro elettorale con Confartigianato Imprese Cuneo: in caso di elezione, confrontarsi con i vertici dell’Associazione a distanza di sei mesi per fare il punto sulle iniziative avviate e sulle problematiche del territorio, con un occhio di riguardo rivolto al mondo produttivo.

Rispettando il proverbio che recita “ogni promessa è debito”, i primi due sindaci ad aver onorato l’impegno sono stati il sindaco di Savigliano Antonello Portera e il sindaco di Racconigi Valerio Oderda. Entrambi hanno incontrato il presidente di Confartigianato Imprese Cuneo Luca Crosetto accompagnato dalla presidente di zona di Savigliano Anna Maria Sepertino e dalla vicepresidente di zona e consigliera comunale al comune di Racconigi Elisa Reviglio.

“Riteniamo fondamentali questi momenti d’incontro – ha dichiarato il presidente Crosetto– durante i quali abbiamo non soltanto l’opportunità di fare il punto sul work in progress dell’attività comunale, ma anche di rafforzare ulteriormente i rapporti con i primi cittadini del nostro territorio, nell’ottica di una proficua collaborazione a favore dello sviluppo produttivo dell’intera comunità”.

I due sindaci sono stati sollecitati con alcune domande a spiegare la loro posizione sui diversi problemi cittadini.

Tra i temi sottoposti, il caro energia e carburante che sta mettendo in ginocchio cittadini ed imprese e la conseguente necessità di un intervento di calmierazione dei tributi comunali, l’impegno a guardare a nuove iniziative sostenibili come le nascenti comunità energetiche, la rivitalizzazione della vita culturale e turistica dei due territori anche attraverso una maggiore valorizzazione della collaborazione con Confartigianato Cuneo, ed infine un giudizio personale sull’esperienza di primo cittadino.

Per ognuno poi, sono stati affrontate problematiche più specifiche: per Savigliano il recente forfait della Grande Fiera d’Estate che rimette in discussione l’utilizzo dell’area fieristica, la pedonalizzazione del centro storico e i tanti interventi di restauro cittadini, mentre per Racconigi il recupero dell’area dell’ospedale psichiatrico e i parcheggi a pagamento in centro che creano del malcontento.

“E’ fondamentale per il nostro territorio – ha sottolineato il sindaco Portera – fare rete con le Associazioni di categoria come Confartigianato Cuneo per trovare insieme percorsi comuni che diano sostegno ad una crescita globale dell’economia. Parliamo di imprese in crisi, per le quali stiamo valutando delle forme di sgravio fiscale, di comunità energetiche, per le quali si stanno avviando dei tavoli di studio specifici, di turismo ed eventi, nei quali la collaborazione con Confartigianato Cuneo è divenuta essenziale per dare vitalità a tutto il sistema. Se poi, andiamo nello specifico, la nostra area fieristica perde con l’assenza della GFE un grande momento promozionale, ma per contro, devo dire che il calendario delle manifestazioni 2023 a Savigliano si è arricchito moltissimo rispetto al passato e saranno tante le manifestazioni previste in forma diffusa nei vari angoli della città”.

“Quando si è al secondo mandato – ha evidenziato il sindaco Oderda – è pensiero comune che si debba proseguire su una strada già tracciata. E invece, non è così. Secondo me, bisogna fare cose nuove, e soprattutto creare una nuova squadra che collabori proficuamente per i prossimi cinque anni. Devo dire che in questo sono stato fortunato, perché ho al mio fianco persone di valore, come la vice presidente di zona Elisa Reviglio e la presidente nazionale del Movimento Donne Impresa Daniela Biolatto, due donne che ben rappresentano il mondo di Confartigianato Cuneo. Con loro e con altri colleghi, a fronte del caro bollette, abbiamo valutato di dare dei primi segnali con la riduzione di Tari e Irpef alle famiglie, in quanto aiutando dei potenziali <clienti> indirettamente si dà sostegno anche alle imprese artigiane. Riguardo poi alle tasse sugli immobili, abbiamo cercato di abbassare sensibilmente l’aliquota agli imprenditori che utilizzano il fabbricato in modo diretto.  Sul fronte delle comunità energetiche, inoltre, stiamo studiando delle soluzioni a tempi brevi con un nostro consigliere, che ha la delega proprio alla transizione ecologica. Punto focale di Racconigi resta la grande area dell’ex ospedale psichiatrico per la quale stiamo valutando un progetto di <rigenerazione urbana> che viene contemplata anche nei fondi del PNRR. L’ASLCN1 proprietaria della struttura sta completando l’iter per metterla sul mercato e noi, come comune, stiamo dando loro tutto il supporto necessario affinchè si possa trovare una futura destinazione consona ed integrata con la città, magari sede multifunzionale di servizi sanitari, alberghieri e residenziali per la terza età”.

I prossimi incontri previsti nel calendario di Confartigianato Cuneo saranno con la sindaca di Cuneo Patrizia Manassero, il sindaco di Mondovì e presidente della Provincia di Cuneo Luca Robaldo e la sindaca di Borgo San Dalmazzo Roberta Robbione.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button