Con Luciana Arcuri il teatro a Canale entra nella fase-clou

Ha preso il via venerdì 27 ottobre nella confraternita di San Giovanni di Canale, la nuova stagione teatrale curata dalla Biblioteca civica “Prof. Pietro Cauda”. Ad aprire le danze è stata un’ospite di caratura internazionale: la brasiliana Luciana Arcuri, con un peculiare show dal titolo “Meu Sonho Era…”. L’evento è stato abbinato a un workshop con la collaborazione della biblioteca, del Teatro del Fiasco e del Movimentodanza Ssd diretto da Mariangela Lovisolo.
E risulta decisamente nutrito il programma degli eventi teatrali lungo tutto il corso della stagione: a partire dal ritorno del teatro dialettale di venerdì 24 novembre nel salone parrocchiale, con la compagnia “Der Roche” di Montaldo Roero, pronta a proporre la pièce “’N Feragost d’infern”.
Proseguendo oltre, il palinsesto si mostra variegato: toccando tutti i generi “da palco” al fine di seguire le aspirazioni, e anche i consigli, del pubblico che negli scorsi mesi aveva apprezzato e accompagnato il reincarnarsi dell’arte scenica nella capitale del pesco.
Venerdì 15 dicembre alle ore 21, nella Confraternita di S. Giovanni, risulta infatti inserito il monologo “Sogliole a piacere” di Gloria Giacopini: in una tappa del suo tour nazionale che alle 20.30 sarà anticipata dalla premiazione di “Bibliocrea”, il concorso grafico rivolto alle scuole del paese con oltre 120 bozzetti di logo ufficiale della biblioteca canalese.
Venerdì 19 gennaio, invece, nella stessa confraternita toccherà alla scoppiettante commedia dal titolo “Basta un click” della compagnia Agar Teatro di cui fa parte anche il canalese Diego Coscia (19 gennaio).
Eccezionalmente sabato 16 febbraio, nello stesso luogo, sarà protagonista il gruppo della Perla Corsara di Torino con “Piccoli crimini coniugali”; mentre è grande l’attesa per il 16 marzo, quando si verificherà dopo anni il ritorno a Canale – nel teatro parrocchiale – del “Nostro Teatro” di Oscar Barile da Sinio. In questa occasione il proscenio sarà tutto per “Tòte Vigiòte”, nuovissimo spettacolo dialettale alla sua seconda uscita assoluta, dopo l’esordio fissato appena pochi giorni prima nel teatro sociale di Alba.
Infine, venerdì 20 aprile ancora una volta il teatro di via Sindaco Gravier accoglierà la “prima” assoluta della nuova opera dell’ensemble “L’Angelo Azzurro” di Montà, in modo da concludere alla grande la stagione. L’ingresso sarà sempre a offerta liber.a
Non solo teatro, però, nei piani della commissione Cultura che coordina la biblioteca, e che ha già avviato con profitto un corso di teatro per i più piccoli ben condotto dal consigliere Alessio Negro: sabato 16 dicembre, alle 17, alla sede di piazza Italia presentazione del nuovo numero della rivista storica “Roero Terra Ritrovata”.

P. D.

X