BRACultura e Spettacoli

Con la Scuola di Pace uno spettacolo teatrale sulle giovani vittime innocenti delle mafie

Sabato 5 marzo, alle 21 nella sala Conferenze BPER (via Sarti 8), prosegue l’attività della Scuola di Pace con lo spettacolo teatrale “Assenti senza giustificazione” della compagnia La Corte dei Folli, con regia di Stefano Sandroni.

Tratto dal romanzo di Rosario Esposito La Rossa, è interpretato dai “folletti”, i più giovani attori della compagnia della Corte dei Folli, che portano sul palco le vite di ragazzi e ragazze vittime innocenti di mafia, in un commovente omaggio teatrale a loro coetanei.

È il primo giorno di scuola per il professor Ruoppolo, assegnato a un istituto del rione napoletano Siberia. Entra in classe e si stupisce di trovarla vuota. Sulla cattedra ci sono il registro con i nomi dei ventidue assenti e, accanto, una pila di fogli. Ruoppolo prende quei fogli e, domandandosi dove siano finiti gli alunni, inizia a leggere. E trova le risposte: quelli sono temi scolastici scritti da bambine e bambini, ragazze e ragazzi vittime innocenti delle mafie, massacrati o costretti ad assistere ai crimini più efferati; sono storie terribilmente vere in cui l’insegnante incontrerà il volto osceno della criminalità organizzata: orbite vuote, incapaci di vedere l’innocenza, anche quella in fondo agli occhi dei propri figli. E forse, in fondo al vaso di Pandora di un Paese assente a se stesso, il professore troverà anche il senso più autentico del proprio mestiere.

L’ingresso allo spettacolo teatrale è libero, con prenotazione obbligatoria tramite il link: https://forms.gle/BSWPHPwRwiUZyXN87.

Interverrà un rappresentante dell’Associazione Libera Contro le Mafie. Mascherina e green pass rafforzato necessari. Per maggiori informazioni è possibile scrivere a: scuoladipacedibra@gmail.com oppure a mosaicobra@gmail.com.

Le attività della Scuola di Pace proseguiranno nelle prossime settimane con le celebrazioni in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie (19 marzo) e l’incontro sul tema “Come fare una transizione ecologica giusta? La proposta della decrescita” con il professor Federico Demaria, docente di economia alla facoltà di economia e impresa di Barcellona (29 aprile).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button