BRACiclismoSPORT

Con la BraBra anche lo sport della bicicletta ritorna a mettere “in vetrina” il nostro territorio

La Granfondo di Langhe e Roero forse viatico per una tappa del Giro

Ben tornata BraBra! Dopo una sosta obbligata, torna domenica 24 aprile la Granfondo che in poco meno di trent’anni (siamo alla 29ª edizione) è diventata una delle competizioni ciclistiche più importanti d’Italia. Come sempre sarà una gara tripartita: alla granfondo vera e propria (162 km con dislivello di 2.424 metri, iscrizioni online fino a giovedì alle 20, poi a Pollenzo) si affiancano una mediofondo (107 km, dislivello 1.080 metri) e un percorso si fa per dire corto e “leggero” (66 km con saliscendi di 1.080 metri). In comune gli itinerari hanno lo scenario, il paesaggio di Langhe Roero Monferrato: se vitivinicolo, patrimonio dell’umanità Unesco. Anche i ciclisti amatoriali potranno centellinarne un sorso partecipando, nel pomeriggio di sabato 23, alla BraBra Gravel Experience, pedalata non competitiva per le strade sterrate di Langa. All’avvicinarsi del 30° compleanno (per festeggiarlo alla grande gli organizzatori puntano a fare di Bra il luogo di partenza e arrivo di una tappa del Giro d’Italia) la Granfondo presenta interessanti novità.

La principale è l’accordo di partenariato concluso con Arpa Industriale, produttrice dell’innovativo marchio Fenix, per cui d’ora in poi la gara andrà chiamata Fenix BraBra Langhe Monferrato Roero Specialized (azienda californiana di biciclette, sponsor storico). La presentazione si è tenuta nello showroom della fabbrica di via Piumati, un affascinante locale di design dedicato ai prodotti attuali e all’evoluzione dell’Arpa dal 1954 a oggi. L’occasione per un amarcord e per farsi tentare da una riconciliazione con il mondo della plastica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button