Attualità

Con la 44ª edizione di Vinum, ad Alba torna la più grande enoteca a cielo aperto d’Italia

Dopo i due anni di stop imposti dalla pandemia, ad Alba torna Vinum, la più grande enoteca a cielo aperto d’Italia: tre i weekend per il rilancio della kermesse che – da sabato 23 a lunedì 25 aprile, sabato 30 aprile e domenica 1° maggio e nel fine settimana del 7 e 8 maggio – riporterà nelle colline delle Langhe il profumo e il sapore dei grandi vini del Piemonte.

 L’appuntamento, giunto alla sua 44a edizione, rilancia ampliando l’offerta capace di coniugare cultura street e proposta di alta qualità per lasciarsi conquistare dalle eccellenze enogastronomiche in un coinvolgente e goloso itinerario che avrà il suo fulcro nel centro storico di Alba.

Nei tre fine settimana a cavallo tra la fine di aprile e l’inizio di maggio, si potranno degustare circa 800 etichette di oltre 400 produttori, in abbinamento con lo Street Food ëd Langa, con l’eccellente qualità delle ricette della tradizione riproposte nelle strade del centro cittadino, tornando in piena sicurezza a vivere piacevoli momenti di socialità.

“Con grande piacere annunciamo il ritorno, dopo due anni di stop, di Vinum: siamo felici di salutare il ritorno di questo appuntamento che non costituisce solo una straordinaria vetrina per i vini di tutto il Piemonte, ma intrecciandosi con le celebrazioni del centenario fenogliano rappresenta il grande evento di avvio della stagione turistica del nostro territorio – dichiara la Presidente dell’Ente Fiera Alba, Liliana Allena. Insieme all’Amministrazione comunale albese ringrazio Piemonte Land of Wine, tutti i Consorzi e i produttori vinicoli che contribuiscono alla realizzazione della manifestazione, con i borghi cittadini che permettono di degustare i piatti e i prodotti di qualità del nostro territorio in abbinamento con le eccellenze enologiche proposte dai sommelier di AIS Piemonte. Tra le novità più significative di quest’anno, citerei la collaborazione con l’associazione Paesaggi vitivinicoli di Langhe Roero Monferrato, per un coinvolgimento di altre realtà italiane e straniere in vista della Global Conference on Wine Tourism”.

“Abbiamo fortemente voluto le manifestazioni in questi anni difficili: siamo pronti per riproporre Vinum nella versione più aperta possibile, sulle piazze, per raccogliere la voglia di partecipare delle persone in un contesto di piena sicurezza – affermano congiuntamente il Sindaco della Città di Alba, Carlo Bo, e l’Assessore albese a Turismo e Manifestazioni, Emanuele Bolla –. Guardiamo con ottimismo al futuro, forti dei grandi risultati del turismo albese che si stanno consolidando, anche nella prospettiva del forum del turismo del vino promosso dalle Nazioni Unite tramite UNWTO, che ospiteremo in città nel mese di settembre”.

“Ripartire questa primavera, con le dovute attenzioni del caso, è certamente qualcosa di estremamente importante per i Borghi, che – come tutte le realtà associative – arrivano da due anni di stop che hanno portato a un allentamento dei legami che da sempre contraddistinguono lo spirito dei nostri gruppi – aggiunge il Presidente della Giostra delle Cento Torri, Luca Sensibile –. In questo lungo periodo, come Giostra, abbiamo comunque cercato di mantenere vive le attività, portando avanti proposte diverse dal solito, per continuare a far gruppo, mantenendo salda e forte l’unione che ci caratterizza. Siamo felici, ora, di riprendere con uno degli appuntamenti più belli e partecipati, ravvivando lo spirito di appartenenza ai Borghi cittadini”.

“Vinum rappresenta per il mondo del vino piemontese una importante vetrina. Dopo due anni di forzata sospensione, il mondo dei Consorzi di tutela rappresentati da Piemonte Land of Wine è felice di riprendere la collaborazione con l’Ente Fiera Alba nell’organizzazione di questo appuntamento, accogliendo nuovamente sul nostro territorio enoturisti e winelovers. Proporremo come sempre il grande panorama delle nostre molteplici DOCG e DOC, declinate in centinaia di etichette disponibili nelle degustazioni”, conclude il Vice Presidente di Piemonte Land of Wine, Filippo Mobrici.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com