Coldiretti Piemonte: tempo di bilanci per la produzione agraria

Si tirano le prime somme relative all’annata agraria che, come ogni anno, si chiude l’11 novembre. Secondo Coldiretti Piemonte, il 2018 è stato caratterizzato, e condizionato, dall’andamento climatico, soprattutto dall’elevata piovosità primaverile che ha gravato, in modo particolare, sui seminativi, dai foraggi alle orticole dalle patate ai cereali. Il riso, invece chiude in bellezza. La castanicoltura ha risentito del clima piovoso, delle grandinate violente e delle temperature altalenanti per cui in Piemonte la produzione ha registrato un calo del 20% rispetto allo scorso anno. La produzione apistica torna su volumi normali, nonostante la preoccupazione a causa degli sconvolgimenti climatici. Annata positiva per il comparto dei bovini da carne, dove la razza Piemontese continua a dare buoni risultati e segno + per il vitivinicolo che registra, come previsto in fase di vendemmia, una produzione in aumento del 15%, rispetto al 2017 a causa della notevole siccità, e un’ottima qualità.

Nuotare in una grande laguna affacciata sulle colline del Roero. E’ l’esperienza che offre la piscina estiva di Montà, che dallo scorso anno si è arri...
Nuotare in una grande laguna affacciata sulle colline del Roero. E’ l’esperienza che offre la piscina estiva di Montà, che dallo scorso anno si è arri...
X