dal PiemonteAttualità

Coldiretti Piemonte: per le vacanze 2020 i turisti scelgono l’enogastronomia Made in Piemonte

Cantine, punti vendita, agriturismi, mercati: vince la rete di Campagna Amica

Visite in cantine, mercati, punti vendita aziendali e agriturismi. E’ questo il trend delle
vacanze Made in Piemonte per acquistare prodotti locali a chilometri zero direttamente
dai produttori, ottimizzare il rapporto prezzo/qualità e garantirsi una spesa sicura. E’
quanto emerge da una analisi Coldiretti che evidenzia come si tratti di una tendenza
favorita dalla crescita del turismo di prossimità con la riscoperta dei piccoli borghi e dei
centri minori in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, per evitare pericolosi
affollamenti con l’emergenza coronavirus.
“Si è verificata una svolta patriottica importante – spiegano Roberto Moncalvo
presidente di Coldiretti Piemonte  e Bruno Rivarossa Delegato Confederale – in un
momento in cui la mancanza quasi totale di turisti stranieri ha fatto venir meno una fetta
importante della clientela particolarmente sensibile alla qualità e sostenibilità
dell’alimentazione.

Per il Piemonte è l’occasione di poter far apprezzare il suo grande
patrimonio enogastronomico che vanta 14 Dop, 9 Igp, 18 Docg e 42 Doc: una
biodiversità da preservare e che ci distingue per l’alta qualità dei prodotti acquistabili
presso la rete di Campagna Amica. Il cibo, infatti, è diventato la voce principale del
budget delle famiglie in vacanza in Italia con circa un terzo della spesa di italiani e
stranieri destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o
agriturismi, ma anche per cibo di strada. I nostri agriturismi sono stati scelti da molti
turisti proprio per poter fruire di esperienze dirette e di una cucina genuina, oltre a poter
conoscere non solo il prodotto, ma anche la storia, la cultura e la tradizione che
racchiude. In un momento difficile per l’economia e l’occupazione nazionale acquistare
prodotto del territorio significa anche aiutare l’economia e l’occupazione locale e per
questo Coldiretti continua ad essere impegnata nella mobilitazione #MangiaItaliano”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button