dal PiemonteEconomia & Lavoro

Coldiretti Piemonte – Frutta: Urgente convocare un tavolo di crisi regionale

Frutticoltori sottopagati: pronti ad applicare il decreto sulle pratiche commerciali sleali

“E’ urgente convocare, a livello regionale, un Tavolo di crisi della filiera frutticola, a fronte dei segnali preoccupanti che stanno emergendo dal mercato, in particolare per quanto concerne l’attuale campagna di raccolta e di commercializzazione delle mele”. E’ quanto affermano Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale nell’inviare una specifica lettera di richiesta all’assessore all’Agricoltura, Marco Protopapa.

Il comparto piemontese ha un fatturato di oltre 500 milioni di euro con una superficie di 18.479 ettari e oltre 7 mila aziende. Per le mele, la zona più vocata si concentra nella fascia prealpina che va da Pinerolo a Cuneo, si coltivano all’incirca 6 mila ettari di melo che coinvolgono circa 4 mila imprese.

“E’ fondamentale avviare un confronto con tutti gli attori della filiera per arrivare a definire una strategia e una progettualità che diano un sostegno concreto al comparto – proseguono Moncalvo e Rivarossa -. Con i rincari alle stelle dell’energia e delle materie prime, i nostri produttori devono vendere 5 chili di frutta per potersi pagare un caffè: non possono lavorare sotto i costi di produzione per cui siamo pronti ad applicare il decreto sulle pratiche commerciali sleali visto quanto sta accadendo”.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button