Dal CuneeseAttualità

Coldiretti Cuneo: l’importanza della farina a Km zero nella nostra dieta

Che cosa sappiamo delle farine che utilizziamo in cucina? Che proprietà hanno determinate farine rispetto ad altre? E il consumo di derivati da farine di un certo tipo piuttosto che un altro può cambiare qualcosa per chi è ha allergie o intolleranze? Questi i temi di cui si parlerà a Cuneo, sabato 23 ottobre, alle ore 10:30, nei Giardini Fresia (ex-zoo) nel workshop “Grano Piemonte: biodiversità e territorio nella spesa di ogni giorno”, in occasione della manifestazione “Campagna Amica in Festa!”. Un incontro divulgativo e pratico rivolto ai consumatori promosso da Coldiretti Cuneo insieme a Confartigianato Cuneo, per spiegare l’importanza del progetto di filiera Grano Piemonte e incentivare scelte più consapevoli nella propria spesa che premino qualità e sostenibilità dei prodotti. Grano Piemonte è il progetto di filiera nato dalla collaborazione tra Coldiretti, Consorzio CAP Nord-Ovest e Confartigianato Cuneo. All’incontro di sabato, interverranno la nutrizionista Gabriella Regis che fornirà preziosi consigli per un’alimentazione equilibrata, Lorenzo Martinengo, responsabile dei Tecnici di Coldiretti  che parlerà di biodiversità, il Molino Gaiero-Gabutti che approfondirà le caratteristiche delle farine e in particolare della miscela Grano Piemonte, mentre l’artigiano panificatore Vincenzo Pallonetto (Rappresentante territoriale Panificatori Confartigianato Cuneo) con un laboratorio di panificazione conclusivo fornirà qualche suggerimento pratico per utilizzare la farina 100% piemontese in cucina.

 “Il progetto di filiera Grano Piemonte – spiega Roberto Moncalvo, Delegato Confederale Coldiretti Cuneo – è di fondamentale importanza per due ragioni: la prima riguarda i consumatori che possono acquistare ed utilizzare nelle proprie cucine una farina 100% piemontese che viene da un grano di alta qualità e sicuro, non trattato con sostanze nocive e vietate dai regolamenti comunitari come buona parte del grano importato; la seconda, riguarda i produttori, che potranno vedere remunerato il proprio lavoro con un giusto prezzo che tenga conto dei costi di produzione in primis. Un altro tassello importante nell’impegno di Coldiretti di costruire percorsi virtuosi di filiera”.

“Siamo convinti – conclude Luca Crosetto, Presidente territoriale di Confartigianato Imprese Cuneo – che lo sviluppo di questo progetto, nato grazie alla sinergia di Associazioni di categoria, Camera di Commercio e aziende private, contribuisce non solo a valorizzare il nostro territorio, ma ha anche una valenza fortemente culturale, che permette ai consumatori di essere sempre più consapevoli e informati. Va in questo senso il coinvolgimento dei panificatori artigiani, che hanno aderito nei mesi scorsi al nostro Disciplinare del pane fresco”.

“Il consumatore – sottolinea Fabiano Porcu, Direttore di Coldiretti Cuneo – è sempre più attento nelle scelte che opera in tema di alimentazione e oggi i requisiti del pane fresco non sono solo di natura organolettica, ma riconducono anche alla sostenibilità della produzione e alle garanzie di sicurezza della filiera produttiva”. Per il workshop è richiesta la prenotazione (fino ad esaurimento posti) al numero 0171/447248 oppure all’indirizzo email: eca.cn@coldiretti.it

Per maggiori informazioni visitare il sito web https://cuneo.coldiretti.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button