Dal CuneeseAttualità

“Coldiretti Cuneo al fianco di Scrittorincittà 2021”

Coldiretti Cuneo rinnova il sostegno a Scrittorincittà, che prenderà il via mercoledì 17 novembre, in un’edizione che rappresenta un graduale ritorno alla normalità, un riappropriarsi sempre maggiore di tutte le cose e i momenti a cui abbiamo dovuto rinunciare o sacrificare in questi, ormai, ultimi due anni.
Il tema scelto per quest’anno è “Scatti” che, a ben vedere, si presta meglio di ogni altro a tracciare i contorni e i bisogni del momento che stiamo vivendo perché definisce l’importanza di uno scatto in avanti che, tutti insieme davanti alle sfide e le opportunità che ci attendono, siamo chiamati a fare. Un ri-scatto, per le nostre terre e per il futuro prossimo dei nostri figli.
Un tema che anche Coldiretti – storico partner di Scrittorincittà e del Premio Città di Cuneo per il Primo Romanzo – abbraccia idealmente: “A Scrittorincittà Coldiretti porta da sempre la testimonianza di un impegno quotidiano fatto di dedizione alla terra e di battaglie condotte per il bene della nostra agricoltura e del Made in Italy a tavola. Battaglie per un futuro più sostenibile, equo e giusto, battaglie per il prossimo, fatte di dialogo aperto e costruttivo con le Istituzioni, ad ogni livello, e con i cittadini” dichiara il Direttore di Coldiretti Cuneo, Fabiano Porcu.
Coldiretti non poteva non cogliere le sfida di quella che è la manifestazione culturale clou dell’autunno cuneese. Un autunno in cui anche i produttori agricoli, stanno recuperando i propri spazi nelle città, come è stato per i partecipatissimi due giorni di “Campagna Amica in Festa!”, da poco conclusi, che con entusiasmo hanno rilanciato segnali importanti di speranza e fiducia al nostro territorio, di senso di comunità e di ritrovo che avevamo smarrito. Campagna Amica stessa sta riprendendo con tante iniziative già attive in città e in tutta la Granda, che animeranno l’autunno-inverno continuando a portare la campagna e i produttori vicino ai cittadini ed ai consumatori per una spesa sana, sicura e veramente a Km zero.  Perché dietro la stagionalità dei prodotti della nostra terra, dietro il lavoro degli agricoltori c’è sempre una storia che vale la pena di essere raccontata ed ascoltata, faccia a faccia, in un incontro-confronto che diventa dialogo. E il dialogo, quando è vero e sincero, arricchisce sempre entrambe le parti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button