Coldiretti Alba dedica un incontro all’uva e al vino biologici

Alba e il vino sono un binomio inscindibile, per l’economia locale, per l’enoturismo, per il territorio e, sempre più frequentemente, si parla anche di vino biologico. Le produzioni biologiche, infatti, incontrano crescenti consensi dei consumatori a livello mondiale e il vino è uno dei principali settori di interesse. Le superfici vitate bio solo in Italia sono triplicate in 10 anni oltrepassando la soglia dei 100.000 ettari, vale a dire oltre il 15 % dell’intera vigna tricolore. Il successo non deve, tuttavia fare dimenticare che il metodo di produzione bio è assoggettato a molteplici regole e limitazioni dettate dall’Unione europea e rese applicative con normative nazionali, recentemente rivedute e modificate. Argomento, questo di cui si discuterà lunedì 11 marzo, ad Alba, ore 14 presso il salone dell’ufficio Coldiretti.

L’evento, dal titolo “Uva e vino biologici, conoscere norme e tecniche per operare con efficacia”, verterà anche sulla difesa dalle fitopatie che deve essere vista come conseguenza di altre pratiche colturali che, se non messe in atto, rendono difficile controllare gli attacchi parassitari. Operazioni colturali errate potrebbero compromettere la certificazione finale o comportare l’applicazione di sanzioni. Coldiretti Cuneo vede nella conduzione sostenibile e biologica elementi di competitività sempre più importanti e per questo ha anche realizzato un disciplinare specifico (The Green Experience), ma ritiene per i produttori fondamentale la conoscenza e l’aggiornamento nella corposa materia prevista per la produzione biologica.