Cirio: scagionato da accuse, pronto a candidarmi alla Regione

«Ora spetta ai leader nazionali decidere» – conclude Alberto Cirio dopo essersi dichiarato «disponibile» a sciogliere la riserva sulla sua candidatura alla presidenza della Regione Piemonte alle elezioni del prossimo maggio. 

Cirio ha anche commentato la notizia della richiesta di archiviazione della sua posizione nell’ambito dell’inchiesta sulla Rimborsopoli bis per quando era già stato impegnato, all’epoca all’opposizione, in Regione Piemonte. «Ho atteso – ha motivato – per una questione di serietà perché per me era fondamentale riuscire a dimostrare la correttezza del mio operato». Si attende quindi l’annuncio da parte dell’alleanza di centrodestra composta oltre che da Forza Italia, il partito dell’eurodeputato albese, anche dalla Lega, in cui Cirio aveva militato agli inizi della sua avventura politica, e da Fratelli d’Italia.

X