Cirio: scagionato da accuse, pronto a candidarmi alla Regione

«Ora spetta ai leader nazionali decidere» – conclude Alberto Cirio dopo essersi dichiarato «disponibile» a sciogliere la riserva sulla sua candidatura alla presidenza della Regione Piemonte alle elezioni del prossimo maggio. 

Cirio ha anche commentato la notizia della richiesta di archiviazione della sua posizione nell’ambito dell’inchiesta sulla Rimborsopoli bis per quando era già stato impegnato, all’epoca all’opposizione, in Regione Piemonte. «Ho atteso – ha motivato – per una questione di serietà perché per me era fondamentale riuscire a dimostrare la correttezza del mio operato». Si attende quindi l’annuncio da parte dell’alleanza di centrodestra composta oltre che da Forza Italia, il partito dell’eurodeputato albese, anche dalla Lega, in cui Cirio aveva militato agli inizi della sua avventura politica, e da Fratelli d’Italia.

FOCUS

GUARDIAMOCI INTORNO

Quelle buche in sequenza reclamano una tappata

Un lettore: Visto che nei giorni scorsi erano all’opera con l’asfaltatura a pochi metri di distanza in viale delle Rimembranze, se avessero avanzato un po’ di catrame… ci sarebbe...

Strada Ca’ del Bosco e quel cantiere che langue a Bra

Un lettore: Non so se faccio bene a rivolgermi al “Corriere” o dovrei scrivere a “Chi l’ha visto?” per ritrovare gli operai che ormai da un mese hanno smesso di lavorare in strad...

È vero che nessuno lo vuole, ma non vada a ramengo

Un lettore: Almeno tenete chiuse le finestre di questo palazzotto di proprietà del Comune in via Vittorio Emanuele II, pieno di centro di Bra… E’ vero che hanno provato a venderl...