Dal CuneeseAttualità

Cia Cuneo propone da molti anni la “Spesa in Campagna”, con la vendita diretta delle eccellenze agricole   

Diversi i canali di smercio ai consumatori: in azienda per conoscere sul posto la storia dei prodotti; ai mercati contadini MerCu e GioBIA nel capoluogo della “Granda” e alle manifestazioni del territorio. Tra queste, Collisioni

La Cia Agricoltori Italiani ha registrato, a livello nazionale, il marchio “La Spesa in Campagna” nel 2008. Lasciando, poi, la libertà alle “sue” associazioni regionali e provinciali di organizzare l’iniziativa nelle loro zone. Qualche anno dopo, raccogliendo suggerimenti e riflessioni, la stessa Cia nazionale  ha iniziato il lavoro di raccordo e di coordinamento, che continua tuttora, dell’attività svolta localmente. Adesso il circuito è presente in tutta Italia con la sede nazionale a Roma e, poi, con quelle territoriali.

Il progetto in provincia di Cuneo

Gli associati Cia in provincia di Cuneo che aderiscono a “La Spesa in Campagna” rappresentano l’intero territorio e tutti i comparti tipici: vino; castagne; nocciole; formaggi; carne; latte; frutta; verdura e altro ancora. In alcuni casi offrono anche i servizi di agriturismo e di fattoria didattica. Le aziende del circuito rispettano regole precise e severe. E’ prevista anche la loro disponibilità a sottoporsi a verifiche che, secondo i principi del controllo partecipato, sono aperte ai rappresentanti delle associazioni dei consumatori. I prodotti si possono acquistare attraverso i punti vendita in azienda, nei mercati contadini allestiti con l’intervento diretto di Cia e nelle fiere e manifestazioni in cui l’organizzazione agricola è presente attraverso gli spazi dei propri imprenditori.

“L’attività di vendita diretta da parte degli agricoltori – afferma il direttore provinciale di Cia Cuneo, Igor Varrone  – è sempre stato uno degli elementi più incisivi e importanti della nostra economia rurale. Abbiamo strutturato le attività delle aziende associate con “La Spesa in Campagna” per valorizzare i territori, la filiera corta e la qualità degli alimenti”.

Quali sono gli obiettivi del percorso? “Favorire le relazioni dirette tra agricoltori e consumatori, così da far conoscere la storia delle eccellenze di qualità e delle persone che le hanno prodotte; quindi, offrire la possibilità di ammirare i luoghi da cui provengono e, infine, garantire prezzi giusti che tengano conto solo dei processi di coltivazione o di allevamento e non dei passaggi intermedi della filiera”.

Il punto vendita in azienda

Il punto di vendita in azienda permette di conoscere da vicino l’imprenditore, l’attività agricola svolta, le tecniche di coltivazione delle colture e di allevamento degli animali, le tradizioni contadine. Inoltre, consente di assaporare il paesaggio agrario circostante e le bellezze naturali e artistiche proposte dalla zona.

Per conoscere le aziende associate della provincia di Cuneo basta collegarsi al sito www.laspesaincampagna-cuneo.it

Informazioni: Cia Agricoltori Italiani sede provinciale di Cuneo (0171 67978; info@laspesaincampagna-cuneo.it).

I mercati contadini MerCu e GioBIA nella città di Cuneo

Nel capoluogo della “Granda”, la Cia Cuneo ha progettato, seguito e sostenuto, insieme ai Comitati di Quartiere, altre Associazioni e il Comune, due mercati contadini della “Spesa in Campagna” con la vendita diretta ai consumatori: dal giugno 2018, il mercoledì pomeriggio, MerCu, in piazza Biancani, al San Paolo; dal luglio 2020, il giovedì pomeriggio, GioBIA, in corso Giolitti, nell’area Cuneo Centro. Entrambi sotto i portici della zona e a partire dalle 16. Viene proposto un ampio assortimento di eccellenze fresche di stagione o di confezioni con i prodotti trasformati. Ad esempio, miele, marmellate di frutta e confetture di verdura. A cui si aggiungono gli insaccati e i formaggi di capra, mucca e ovini preparati in modo artigianale.

Le fiere e le manifestazioni

La vendita diretta e la promozione del circuito “La Spesa in Campagna” si svolge poi attraverso alcune importanti manifestazioni del territorio. “I due anni di emergenza sanitaria legata al Covid – sottolinea il direttore, Varrone – hanno costretto gli organizzatori a rinunciare agli eventi in presenza, ma ora si spera di poter ricominciare con ancora maggiore impegno e volontà. Ad esempio, nel 2021 abbiamo di nuovo partecipato con i nostri produttori alla Fiera Nazionale del Marrone e ad alcuni mercati natalizi a Cuneo”.

Oltre alla Fiera del Marrone, gli agricoltori dell’Associazione, quando si poteva, hanno proposto le loro eccellenze a numerose iniziative, tra le quali la Fiera Internazionale del Tartufo di Alba, la Mostra Regionale Ortofrutticola in frazione San Rocco Castagnaretta di Cuneo, la Fiera di Primavera a Mondovì, Anduma e Tas-Tuma a Murazzano. Inoltre, a Collisioni: il prestigioso evento internazionale a Barolo di cui Cia continua ad essere partner istituzionale. A quest’ultimo Festival agri-rock estivo di letteratura e musica, sono sempre state presentate le migliori produzioni delle aziende del circuito con le relative degustazioni.

Le isole agricole della “Spesa in Campagna” sono riconoscibili dagli stand verdi con il marchio Cia.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button