Chiesetta di San Rocco: così sarà restaurata

0
214

Iniziativa di pregio quella che è stata assunta dalla Giunta comunale di Santa Vittoria d’Alba: la quale ha dato di fatto il “via libera” al restauro della storica cappella di San Rocco.

EXCURSUS STORICO

Si tratta di un sito sacro posto a breve distanza dal celebre oratorio di San Francesco, ricostruito nel 1792 sullo stesso sito che ospitava la vecchia parrocchiale del paese intitolata a Santa Maria. La cappella di modeste dimensioni assunse le funzioni di fulcro della religiosità locale sino all’epoca in cui venne consacrata l’attuale e ben più grande chiesa della Beata Vergine Assunta.

Le fonti archivistiche confermano l’esistenza a fianco dell’edificio di San Rocco dei resti del vecchio cimitero di Santa Vittoria, rimasto in funzione sino al 1835: ossia, cedendo alle conseguenze indirette del già “vecchio” editto napoleonico che originariamente proibiva le prassi di sepoltura a fianco delle chiese nei centri abitati.

Alcuni anni or sono era stata eseguita una ripassatura del tetto di San Rocco: in modo da  tutelare  e offrire un senso di conservazione a questo edificio a pianta rettangolare, voltato a lunette, sobriamente decorato con fregi, dotato di un altare in mattoni affisso al muro, che veda tempo purtroppo versa in precarie condizioni.

IDEE CHIARE

Ora si farà sul serio: con un budget stimato al momento in circa 38mila euro, da coprirsi con fondi propri del Comune e con eventuali contributi esterni, soprattutto strizzando l’occhio volentieri alle Fondazioni bancarie.

Il primo passo, dettato dal sindaco Giacomo Badellino: a richiesta di preventivi alle ditte specializzate, confidando in buone notizie per il futuro.

P. D.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui