More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Cherasco: Eredità al Comune in vendita: “La donatrice sarebbe felice”

    spot_imgspot_img

    CHERASCO

    – «Mariuccia sarebbe felice». Così l’assessore Umberto Ferrondi ha concluso la settimana scorsa in Consiglio comunale la risposta dell’Amministrazione a un’interrogazione del gruppo di minoranza, firmatario Domenico Panero, su un caso già riferito da questo giornale. Quello della decisione della Giunta di mandare all’asta la casa che una compianta roretese ha lasciato in eredità al Municipio.

     

    Per la maggioranza, le volontà della signora di contribuire «al sociale» saranno rispettate. Perché i ricavi della vendita finanzieranno parte della costruzione di una tettoia polivalente prevista presso l’area verde di via Rimembranze, vicina alle scuole, al Centro anziani, alla succursale della Biblioteca civica in frazione. «Un’opera – ha ricordato ancora Ferrondi – molto attesa da Pro loco e associazioni», le stesse che «Ma­riuccia ’dla sensa» aveva partecipato e contribuito a fondare. Panero ha replicato: «I roretesi non sono stati coinvolti preventivamente come sarebbe stato giusto» e «ho molti dubbi» che la defunta avrebbe approvato.  Il sindaco Carlo Davico ha poi smentito che la tettoia sarà in vetro, materiale «costoso anche per la manutenzione» – aveva segnalato Panero. «Il progetto la prevede in policarbonato», fabbisogno stimato totale 425mila euro.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio