CHERASCODal Comune

Cherasco: consigliere vuol dimettersi dopo essere stato denunciato

CHERASCO – Si è cosparso il capo di cenere, si è flagellato Giovanbattista Boccardo. Questa sera in Consiglio comunale il più giovane candidato a sindaco nella storia di Cherasco, l’anno scorso alle urne non aveva ancora compiuto 19 anni, ha poi annunciato le dimissioni. Perchè lo abbia fatto lo ha rivelato un suo collega di gruppo, Giuseppe Dompè. «A lui piacerebbe anche togliersi qualche denuncia. Invece – ha detto rivolto alla maggioranza – lo avete abbastanza mitragliato. ’Ste denunce vanno via o no?».

A questo nessuno ha risposto. Tutti gli intervenuti, il presidente del Consiglio Massimo Rosso, il sindaco Carlo Davico, il suo vice Claudio Bogetti, l’ex assessore Sergio Barbero hanno invitato Boccardo a ripensare al suo annuncio. La stessa segretaria Chiara Nasi ha confermato che «il tempo c’è, le dimissioni diventano effettive e irrevocabili solo una volta formalizzate al Protocollo».

Boccardo non ha respinto l’invito dei suoi avversari («ma siamo tutti qui a lavorare tra mille difficoltа per la città» – ha sdrammatizzato Davico). Tuttavia ha ribadito: «Quelle denunce sono la conseguenza dei miei errori». Non ha citato episodi precisi ma si и attribuito «atteggiamenti di altezzositа e presunzione», «dichiarazioni discutibili», commenti «a volte offensivi», «ingiuriosi», «denigratori». Ha chiesto scusa a tutti anche «a quanti mi avevano votato dandomi fiducia». E ha concluso auspicando che questa pubblica umiliazione basti «a mettere una pietra sopra e guardare avanti» senza altre conseguenze. 

Le scuse sono state apprezzate. Rosso ha aggiunto che «ci sono stati colloqui privati nei quali ho espresso il mio pensiero» sulle iniziative giudiziarie. Potranno rientrare? E con loro Boccardo alla prossima riunione in municipio? Staremo a vedere.

Sponsorizzato
Sponsorizzato

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button