CHERASCODal Comune

Cherasco, altri buchi al bilancio civico: colpa di chi non paga la mensa

Un conto di 16.438,07 euro: lo ha presentato la cooperativa Camst gestore della refezione scolastica al Comune di Cherasco chiedendo il ristoro di man­cati pagamenti di pasti nelle annualità dal 2017 al 2020 da parte di 241 utenti. Palazzo Civico se ne è fatto carico a bilancio, puntando poi a recuperare. Infatti, «effettuate le opportune verifiche si è accertato che l’uten­za in questione non rientra nei casi di indigenza» – scrivono gli amministratori. Questa la strategia deliberata dalla Giunta guidata dal sindaco Carlo Davico per portare le persone che potrebbero ma non l’hanno fatto, a corrispondere il dovuto: per pendenze superiori ai 50 euro riceveranno a casa un bollettino PagoPa con posta raccomandata e relativo addebito (5 euro) di notifica; sotto i 50 euro, lo stesso bollettino verrà invece inviato tramite messaggio email. Si vedrà quanto tornerà alle casse civiche già a corto d’introiti attesi da tasse evase e multe non conciliate. O se a questi “buchi” si sommeranno le spese di notifica. Almeno un segno di rispetto verso quelli che anche a fronte di sacrifici il pranzo dei figli a scuola lo pagano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button