More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Cherasco: accordo sul progetto di un invaso idrico per i campi assetati

    spot_imgspot_img

    Sugli invasi di soccorso all’agricoltura assetata, a Cherasco si potrebbe finalmente passare dalle parole ai fatti. Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha dato via libera a un accordo di collaborazione con il consorzio Canale Sarmassa. Quest’ultimo diparte da Cuneo e arriva fino a noi servendo una superficie di circa 3.000 ettari di fertile campagna. Obiettivo dell’accordo, realizzare a beneficio di quanti la coltivano un bacino artificiale alimentato dai rii Angetta e Gadero. Al futuribile laghetto attingerebbero le idrovore consortili durante l’estate. Per la progettazione dell’invaso è stata stimata una spesa di 200mila euro. Cherasco di suo dovrebbe metterne 49mila, altrettanti il Municipio di Narzole il cui territorio sarebbe parimenti beneficiato, il resto spetterebbe direttamente al consorzio Sarmassa.

    La costruzione costerà molto di più, proprio la progettazione consentirà una stima precisa e per coprirla si spera di poter avere accesso a finanziamenti statali. Oltre che per l’agricoltura, la riserva d’acqua si presterebbe ad attrattiva naturalistica, come la zona umida che sempre a Cherasco dovrebbe lasciare la cava autorizzata in località Molinetta, a servizio dei rilevati dell’ultimanda au­tostrada Asti-Cuneo.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio