ALBAEconomia & Lavoro

Centri estetici, record d’aperture di aperture ad Alba

Nell’ultimo anno ad Alba hanno aperto in totale 58 nuove attività commerciali

ALBA – La crisi, la guerra, il Covid che continua ad incombere, il caro energia. L’anno 2022 che abbiamo appena archiviato non passerà certamente alla storia come uno dei più ricchi e felici, soprattutto per chi vive di commercio. Eppure, proprio nell’anno appena concluso sono state addirittura quasi cinquanta le nuove attività che hanno aperto i battenti nella nostra città. Un dato in controtendenza rispetto a quello di gran parte dei centri urbani, che fa ben sperare per una ripresa dell’economia nel nuovo anno appena incominciato. I dati, resi noti dall’Associazione Commercianti Albesi, indicano la presenza ad Alba di 1.222 attività commerciali attive, a fronte delle 1.176 di un anno prima. Il numero rappresenta il totale tra le 58 nuove aperture e le 12 chiusure registrate negli ultimi dodici mesi.

Un dato particolarmente importante – soprattutto per una città a forte vocazione turistica come la nostra – riguarda le attività di ristorazione, una voce che include bar, ristoranti e pizzerie. Insieme, rappresentano addirittura quasi un sesto delle attività commerciali cittadine, con 208 esercizi attivi. Alba si conferma destinazione turistica anche grazie alla presenza di ben 93 strutture ricettive, tra alberghi e B&B. Ma nella statistica fornita dall’Aca una voce in particolare colpisce, sia per quanto riguarda la sua tipologia che per i numeri raggiunti. Gli albesi, non soltanto le donne ma sempre più di frequente anche gli uomini, si confermano un popolo particolarmente attento al benessere, all’estetica e alla bellezza. Quasi un quarto delle 58 nuove attivazioni – 12 a fronte di 4 chiusure – è infatti un salone di bellezza, o comunque un acconciatore, un estetista o un centro specializzato nella cura del corpo. La statistica riporta poi altri dati che indicano – anche se in maniera indiretta – una certa vitalità del nostro settore commerciale. Sempre nel corso del 2022 sono stati 12 i negozianti che hanno trasferito la propria attività in nuovi locali, sempre all’interno dei confini del comune albese. Sono stati invece 57 i cambi di gestione di attività già esistenti.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button