Castiglione TinellaLANGHEBASSA LANGAAttualità

Castiglione Tinella: colletta per Infopoint narrativo al santuario

Prosegue con rinnovata volontà da parte della Diocesi di Alba la raccolta fondi per creare un Infopoint narrativo al santuario di Castiglione Tinella dopo il successo della serata di giovedì 15 settembre nella splendida cornice del castello di Coazzolo messo a disposizione dal proprietario Silvano Stella.

Il white party “Pavese a colori”, organizzato dalla Diocesi in collaborazione con la Fondazione Cesare Pavese e l’associazione Coazzolo Arte, ha raccolto 6.500 euro da destinare al progetto grazie alla partecipazione di tanti donatori e donatrici all’evento.

La Diocesi ha omaggiato i due più generosi con le opere concesse dall’artista Beppe Pepe e dal fotografo Guido Harari che hanno così contribuito al progetto per raccontare la storia dell’icona della Madonna del Buon Consiglio e il territorio di Langa attraverso un sistema automatizzato di pannelli, luci e registrazioni audio, ispirato dal circuito “Chiese a Porte Aperte”.

Il fondatore dell’omonima cantina, Bruno Ceretto, si è aggiudicato il ritratto di Cesare Pavese che, per sua volontà, andrà ad abbellire la sede della Fondazione Ospedale Alba-Bra, da lui presieduta. La dottoressa Cristina Cerutti, agente generale dell’agenzia albese Cattolica Assicurazioni si è invece aggiudicata la stampa fotografica consegnata da Cristina, moglie di Guido Harari, di un’immagine scattata a Madre Teresa di Calcutta nel 1994 durante la sua visita a Roma.

Oltre al vescovo Marco Brunetti, anche la dott.ssa Stefania Serre, direttrice del settore Arte e Cultura della Fondazione Cri hanno ringraziato Silvia Gallarato, responsabile dell’ufficio Beni Culturali della Diocesi e le volontarie del Museo Diocesano – Associazione Volontari per l’Arte che, guidate dalla fundraiser Anna Cattaneo, consulente messa a disposizione dalla Fondazione Cri  hanno organizzato la serata.

Un evento che ha unito diverse forme d’arte, chiedendo ai partecipanti di vestirsi di bianco, su ispirazione del tema che il direttore della Fondazione Cesare Pavese, Pierluigi Vaccaneo, ha dipanato tra le opere dello scrittore di Langa, in una appassionante lectio magistralis, preceduta da un suggestivo momento musicale grazie al violino di Adrian Pinzaru, direttore artistico del Roero Cultural Events, che ha omaggiato i presenti con la Ciaccona di Johann Sebastian Bach. La serata si è conclusa con la visita alla personale dell’artista Beppe Pepe allestita per l’occasione nelle cantine del castello e con l’aperitivo offerto dalla Diocesi.

La campagna “Raccontiamo l’Avventurosa Icona” prosegue per raggiungere entro la fine dell’anno la cifra di 12.500 euro che saranno raddoppiati dalla Fondazione Cri nell’ambito del bando “Santuari e Comunità”. La Diocesi di Alba ringrazia di cuore tutte le persone che hanno sostenuto la realizzazione dell’evento a Coazzolo e tutte quelle che hanno dato il loro contributo alla raccolta fondi.

Per partecipare alla realizzazione dell’Infopoint narrativo al santuario di Castiglione Tinella basta fare una donazione tramite bonifico (IBAN Diocesi di Alba IT 79 C 03069 225501 0000000 2151 – causale “Avventurosa Icona”) oppure collegarsi al sito https://www.retedeldono.it/it/progetti/diocesi-di-alba/raccontiamo-lavventurosa-icona.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button