Castagnolese il nuovo campione italiano di carabina

168
Sul gradino più alto del podio. Sandri aveva già vinto il titolo italiano nel 2017 sulla distanza di 50 metri. Quest’anno il primo posto sui 300 metri, nella categoria “Arma libera a terra”

Gareggia per il Tiro a Segno di Alessandria ma arriva comunque dalle nostre colline Claudio Sandri, 50 anni, vincitore degli ultimi campionati italiani di carabina Alt (Arma libera a terra). Originario di Castagnole Lanze, ha appena vinto il primo premio in classe A disputando le quattro gare previste dal campionato, l’ultima delle quali proprio nei giorni scorsi a Carrara, in Toscana. Ciascuna prova si è svolta su 60 colpi, poi di ogni concorrente sono stati sommati i piazzamenti delle tre migliori gare disputate. Il risultato finale ha visto Sandri al primo posto sulla distanza di 300 metri senza cannocchiale.

Quella del tiratore scelto castagnolese è stata una vera e propria conferma dopo lo scorso anno, quando aveva gareggiato, sempre nei campionati italiani, su bersagli a 50 metri, piazzandosi sempre primo: un ritorno sui campi di tiro dopo 13 anni di assenza, ma all’interno di un percorso sportivo che, prima della lunga pausa, aveva già permesso a Sandri di collezionare numerosi titoli in diverse specialità di tiro. Poi gli studi, l’attività di psicologo e, negli ultimi tempi, anche la realizzazione di corsi aperti al pubblico e dedicati alla memoria e alla concentrazione. Con il passare degli anni un leggero calo della vista ha ravvivato nel tiratore la voglia di sfidare se stesso, di scoprire se la pratica sportiva poteva essere d’aiuto nel migliorare ulteriormente la capacità di concentrazione che, a lungo, lo psicologo aveva insegnato ad allenare durante i propri corsi. Il risultato è stato decisamente promettente: due titoli italiani in due anni, e tanta voglia di continuare a vincere in futuro.