Castagnito «trasloca» la patronale in giugno

Cambierà a Castagnito la festa patronale curata dalla Pro loco del capoluogo. L’entourage guidato da Ezio Allerino ha infatti confermato la “svolta” nelle celebrazioni-cuore del paese . Così la festa tornerà a svilupparsi in quelli che sono i giorni dedicati al patrono della parte alta del territorio castagnitese: S. Giovanni Battista, portando l’evento a giugno.

La scelta è stata dettata da diversi fattori: una ragione “storica” e di legame con la tradizione più antica, la volontà di evitare sovrapposizioni con altri eventi indetti in zona nel precedente periodo (quello a cavallo tra agosto e settembre), la vendemmia sempre più anticipata in una realtà che ha nel suo dna il rapporto con la vigna e la cantina.

Lo staff ha qualche anticipazione: partendo giovedì 21 giugno con il fritto misto alla piemotese doc, con tanto di’intrattenimento musicale. E l’orchestra di Luigi Gallia? Ci sarà, eccome: venerdì 22 giugno. Non mancherà anche la musica “giovane” sabato 23 giugno, con il “moijto party” e l’arrivo sul palco di piazza Battisti della band dei Divina. Punto fermo la fiera della meccanizzazione agricola, il giorno successivo.

X