DoglianiLANGHELANGA DI DOGLIANIDal Comune

“Caso” segretario, il comune di Dogliani non istituirà una commissione di verifica

DOGLIANI – L’Amministrazione comunale in una nota stampa inviata alle testate giornalistiche intende diffondere le seguenti precisazioni in merito al proprio operato.

Innanzitutto, si ribadisce quanto già ufficialmente comunicato durante la seduta del Consiglio Comunale del 30.06.2021, cioè che risulterebbero in corso indagini nei confronti della Dr.ssa Di Napoli, che non riguardano il Comune di Dogliani.

Inoltre, poiché l’art. 27 della Costituzione Italiana sancisce il principio di non colpevolezza sino a condanna definitiva, si ritengono inopportuni supposizioni e commenti sull’operato della Dr.ssa Di Napoli, che presso il Comune di Dogliani ha sempre lavorato con professionalità e diligenza. Per quanto a nostra conoscenza, nel periodo di esercizio delle funzioni, non sono mai emerse anomalie nel suo operato; certamente, non appena si insedierà, ci confronteremo con il nuovo Segretario Comunale per valutare le opportune iniziative di verifica.

Peraltro, è doveroso precisare che il Comune di Dogliani è strutturalmente dotato di funzionari e responsabili del servizio, nei differenti settori: finanziario, tecnico e turistico.

I provvedimenti menzionati per una verifica (affidamento d’incarichi professionali, affidamento di forniture e servizi, aggiudicazioni di appalti…), non riguardano le competenze proprie della figura del Segretario Comunale, bensì dei responsabili del servizio che sono, da sempre, a disposizione per chiarimenti sia nei confronti dei Consiglieri Comunali, per le rispettive competenze, sia nei confronti di qualsivoglia cittadino.

Infine, si ricorda che l’operato dell’Amministrazione Comunale è sottoposto a verifiche da parte della figura del Revisore Contabile che, oltre ad eseguire il controllo alla base dell’attività amministrativa, verifica anche le capacità gestionali dell’Ente, le capacità di programmazione ed attuazione dei programmi ed il controllo sulla correttezza e trasparenza delle manovre finanziarie che scandiscono l’attività amministrativa. Pure la Corte dei Conti, in base all’art. 100 della Costituzione, esegue controlli sulla gestione finanziaria delle Pubbliche Amministrazioni.

Qualsiasi Commissione di verifica dell’operato del Segretario Comunale, come richiesta, si ritiene, allo stato, ingiustificata.

Pertanto, ci auguriamo che possa proseguire con serenità l’attività amministrativa in corso, che peraltro sta portando avanti notevoli progettualità, garantendo la massima disponibilità e trasparenza a qualsivoglia forma di controllo da parte di organi preposti.

Un atteggiamento propositivo, responsabile e di fiducia nei confronti dell’Amministrazione Comunale sarebbe sicuramente di aiuto e di supporto per il completamento dei progetti in corso e, in previsione, per la cittadinanza doglianese. Iniziative ostative e di pretestuoso ostruzionismo non potranno che rallentare ed ostacolare il buon esito di quanto sopra descritto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button