Casa di riposo di Guarene: si va verso la scissione per poi progettare un futuro sostenibile

0
47
Un Consiglio comunale aperto molto partecipato

GUARENE – «Questo Consiglio ha messo in evidenza il desiderio di tutti i guarenesi di volere la loro casa di riposo viva, partendo dal lascito dell’avvocato cavalier Secondo Paoletti adattandolo ai bisogni della società contemporanea. Siccome la Fondazione ha ad oggi un bilancio positivo e la struttura di Guarene costituisce un peso ribadiamo la nostra proposta di scissione e propongo a tutti i consiglieri di votare al prossimo Consiglio comunale una mozione che proponga un’accelerazione dell’iter, in linea con quanto previsto dalla legge e dallo Statuto.

 

Per Guarene avere una propria Fondazione chiamata a dare nuova progettualità all’ente sarebbe una straordinaria occasione per il paese e per il territorio». Questo in sintesi ciò che è stato proposto dal sindaco Simone Manzone al termine del Consiglio comunale aperto, dedicato alla Casa di Riposo di Guarene, che si è tenuto ad inizio della scorsa settimana.

Il futuro della struttura assistenziale è ancora tutto da scrivere, ma pare che ci sia tra tutte le parti un’unità di intenti. Archiviata la possibilità che si ritorni ad una Rsa, rimane in piedi l’ipotesi della creazione di una sorta di casa della salute, dove verranno prestati servizi sanitari di vario tipo, dedicati alla popolazione ed in particolare agli anziani.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui