Capodanno a Limone: sedata rissa 8 denunciati

I Carabinieri della Compagnia di Borgo San Dalmazzo in occasione della particolare ricorrenza del Capodanno 2016, hanno intensificato i servizi di controllo del territorio, tesi principalmente al contrasto dei reati predatori e dei reati contro il patrimonio, per garantire la sicurezza e la tranquillità dei cittadini, soprattutto durante le fasce orarie serali. A partire dal primo pomeriggio del 30 dicembre proseguendo fino al pomeriggio di Capodanno su tutto il territorio della giurisdizione, sono stati impiegati, in supporto ai servizi già presenti sul territorio, un ulteriore importante numero di mezzi e uomini per aumentare e rafforzare notevolmente i normali servizi di controllo. In tutta la zona sono state impiegate complessivamente 25 pattuglie con finalità non solo di prevenzione ma anche di intercettazione e controllo di persone e mezzi “sospetti”. In totale sono stati controllati 121 automezzi e 193 persone. In particolare in Limone Piemonte, in occasione del concerto di fine anno, i Carabinieri della locale Stazione CC, supportati da militari di rinforzo opportunamente inviati sul posto e con la collaborazione di personale della “security” ingaggiato dall’amministrazione comunale, sin dalle prime ore del pomeriggio del 31 hanno presidiato i vicoli e la piazza centrale per garantire ai numerosi turisti di poter festeggiare in sicurezza l’avvento del nuovo anno. Personale dell’Arma in abiti civili ha pattugliato a lungo le vie del paese segnalando ai militari in divisa ogni anomalia o potenziale pericolo, eseguendo una dettagliata azione di filtraggio nei pressi delle vie di ingresso del paese e della locale Stazione FS, al fine di limitare al minimo l’uso di bevande in bottiglia, come disposto da un apposita ordinanza comunale. Proprio la massiccia presenza dei militari dell’Arma ha impedito che due distinte risse tra giovani, presumibilmente accentuatesi a causa dello smodato uso di sostanze alcoliche, degenerassero in maniera incontrollata, al termine dei due episodi sono stati identificati e denunciati in stato di libertà complessivamente nr.8 giovani, alcuni dei quali hanno riportato anche lievi lesioni. Sono in corso indagini per risalire all’identificazione di altre persone che hanno partecipato alle colluttazioni. “La sinergia tra l’Arma ed il Comune di Limone Piemonte è risultata efficace ed idonea a garantire la sicurezza del territorio in occasione di un avvenimento che, spesso, rischia di essere rovinato dall’inciviltà di pochi” così conclude il Ten. Alberto Calabria, comandante della Compagnia CC di Borgo San Dalmazzo.