Canale Ecologica, bene l’area cani ora serve più partecipazione

canale ecologica

Alberi, aree verdi e un bilancio 2015 che tra gli altri impegni ha visto Canale Ecologia impegna­ta in prima linea nell’organizzazione della riuscita “Marcia per il Clima”, evento promosso in sinergia con altre 21 associazioni di Langhe e Roero che ha radunato ad Alba oltre 700 manifestanti.

In una lettera aperta il gruppo guidato da Giovanni Bosio ha toccato alcuni punti di interesse locale e non solo, tenendo ben presente le questioni legate al surriscaldamento globale e alla necessità di ridurre i combustibili fossili («l’accordo di Parigi – ha ripetuto il consigliere Gino Scarsi – le mette finalmente dalla parte sbagliata della storia»), ma anche toccando l’ambito canalese. Un tema su tutti: l’abbattimento degli alberi che l’anno scorso è stato al centro di un vero e proprio “caso”. A proposito di quelli presenti su fondi pubblici, il sodalizio ha auspicato «un maggiore coinvolgimento preventivo della nostra associazione da parte degli amministratori quando le scelte riguardino l’ambiente. Si possono trovare punti di condivisione, e quand’anche persistessero diversità di vedute, almeno verrebbero fatte salve trasparenza e partecipazione».

Stoccate, carezze (con il plauso per il nuovo percorso fitness e l’area cani di corso Alba) e anche suggerimenti già prospettati a metà anno in sede di assemblea (foto). In merito al monumentale tiglio di fronte alla casa di riposo “Pasquale Toso”, «forse la potatura eccessiva e i lavori alla base hanno in parte pregiudicato la sua salute. Ha 85 anni, se lo aiuteremo potrà vivere benissimo per altri 85».