Caldo anomalo, vento e preoccupante siccità da questo pazzo inverno

Caldo da primavera inoltrata e forti venti soprattutto in montagna hanno caratterizzato l’inizio di marzo sul Piemonte. Proseguendo un ormai lungo periodo di condizioni meteo assolutamente eccezionali che dura, ormai, da circa metà febbraio.

Oggi sono state segnalate raffiche fino a 134.6 kmh sulla Gran Vaudala, tra Piemonte e Valle d’Aosta, 106 km/h sul monte Fraiteve sopra Sestriere (To), 91,8 a Susa, 77.7 sul Colle Barant nel Pinerolese. Le temperature restano di molto al di sopra della media stagionale, in diverse località sono stati superati i 25° di massima.

Preoccupa la siccità: dall’inizio del 2019 il deficit di piogge è stato del 62% rispetto alla media stagionale. L’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) prevede che il caldo anomalo persisterà, anche se in forma più tenue, almeno fino a metà della settimana prossima. Poi dovrebbero arrivare un po’ di piogge.

X