CALCIO SERIE D – Settebrutto per il Bra ko 1-3 con il Chieri

Niente da fare: per il Bra impegnato nel campionato di calcio Serie D le mura di casa, quelle dell’impianto sportivo dedicato alla memoria dell’olimpionico Attilio Bravi, sembrano stregate.Anche ieri, dopo l’iniziale e benaugurante 1-0 firmato Daniele Brancato, i padroni di casa sono andati “in tilt” uscendo alla fine sconfitti.Il 7°ko in casa quest’anno per i giallorossi. La vittoria al “Bravi” manca ormai da metà dicembre.L’ultimo ospite a fare bottino pieno sotto la Zizzola è stato il Chieri impostosi per 3 reti a una.

Mister Fabrizio Daidola aveva schierato il Bra dall’inizio con: Bonofiglio, Rossi, Barale, Bettati, Dolce (sostituito al 22° del secondo tempo da Tettamanti), Giglio (sostituito al 22° del secondo tempo da D’Antoni), Brancato (sostituito al 40°del secondo tempo da Quitadamo), Gonella (sostituito al 32°del secondo tempo da Petracca), Casolla, Tuzza, Massucco (sostituito al 40° del secondo tempo da De Santi).

Iprimi minuti della partita autorizzavano i sostenitori dei giallorossi a sperare in una buona prestazione.Al 13° i loro beniamini sbloccavano il risultato: calcio d’angolo di Gonella, mischia davanti al portiere Benini che Brancato risolveva insaccando l’1-0 Bra!

Pronta, però, si è rivelata la reazione del Chieri: da un’altra azione d’angolo, tiro al volo di Gaeta che scheggiava la traversa della porta locale. Corner di Gonella al 24, Rossi schiaccia di testa davanti a Benini che controllava la sfera.  Al 42°, gran giocata (ancora) di Gonella al limite dell’area: destro a giro e palla che sibilava  non molto distante dal palo più lontano. Finiva così la prima frazione.

Secondo tempo.Il Chieri perveniva al pareggio al 14° grazie a un tocco ravvicinato da punizione laterale di D’Iglio.Dopo l’1-1, il Bra è sembrato andare insofferenza.Il sorpasso chierese si è materializzato al 21°: destro dal limite di Di Lernia, piattone all’angolino basso e 1-2.A questo punto  Daidola metteva dentro Tettamanti e D’Antoni per cercare di dare peso offensivo e tentare di recuperare.Ci provava di puntone l’ex Pro Sesto in area chierese, colpendo in mischia e mandando la sfera alta di poco sulla traversa.

Gasparri chiudeva i conti al 37°: ripartenza Chieri e tap-in vincente davanti a Bonofiglio, 1-3.

Dopo la domenica di sosta per il “Viareggio”, il Bra tornerà in campo il 17 marzo allo stadio “Bacigalupo” per il match esterno con il Savona (ore 14.30).

FOCUS

GUARDIAMOCI INTORNO

Strada Ca’ del Bosco e quel cantiere che langue a Bra

Un lettore: Non so se faccio bene a rivolgermi al “Corriere” o dovrei scrivere a “Chi l’ha visto?” per ritrovare gli operai che ormai da un mese hanno smesso di lavorare in strad...

È vero che nessuno lo vuole, ma non vada a ramengo

Un lettore: Almeno tenete chiuse le finestre di questo palazzotto di proprietà del Comune in via Vittorio Emanuele II, pieno di centro di Bra… E’ vero che hanno provato a venderl...

Quelle caditoie infossate dopo le riasfaltature

Un lettore: E’ possibile, quando si riasfalta una strada, provvedere a sollevare il livello dei tombini di raccolta delle acque piovane? Se non lo si fa (vedasi per esempio via Cr...