BRACalcioSPORT

CALCIO SERIE D – Il Lecco vince ma non domina un generoso Bra

I 20 punti (al calcio d’inizio) di differenza nella classifica di calcio Serie D tra le due squadre, non si sono visti. Il Bra ha lottato ieri pomeriggio contro la prima della classe Lecco, ma è uscito dal “Bravi” sconfitto 1-2. Quarto ko casalingo quest’anno per la compagine giallorossa, che ha comunque lottato con il cuore.

Davanti a circa 500 spettatori con folta rappresentanza di tifosi ospiti, mister Fabrizio Daidola ha schierato il Bra con: Bonofiglio; Quitadamo, Barale, Rossi, Sana; Dolce, Tuzza; De Santi, Tettamanti (al rientro dal 1° minuto), Casolla; D’Antoni.

Al 20° Segato con un’energica scivolata prende pallone e gamba di Tettamanti che finisce a terra (in area di rigore), l’arbitro lascia correre.

Al 23° super respinta di Bonofiglio sulla conclusione di D’Anna, con ribattuta alta sopra la traversa di Dragoni. Ancora Bonofiglio protagonista al 35°: bravo nel bloccare la palla in presa bassa dopo una piccola mischia dalle sue parti.

Al 42° il Lecco segna: Bonofiglio risponde alla grande su D’Anna, ma non può nulla sul tap-in di Dragoni.0-1.

Occasionissima per il possibile pareggio Bra al 46°: pennellata di Tettamanti per Casolla che scatta sul filo del fuorigioco e, una volta a tu per tu con Safarikas colpisce di sinistro sfiorando il palo opposto.

Ripresa. Al 17° Il neo-entrato Petracca spedisce a lato di destro da buona posizione, dopo una punizione di Tettamanti. Al 19° palo esterno di  Fall dopo un’azione di contropiede degli ospiti. Vergnano, Giglio e Bettati subentrano a Tuzza, Quitadamo e Barale, ma al 37° il Lecco raddoppia: corner di Segato e deviazione aerea vincente di Vai.

Il Bra si getta in avanti; al 41° Tettamanti si guadagna un prezioso calcio di punizione dal vertice sinistro dell’area lecchese. Pochi istanti dopo, lo stesso numero 10 braidese spintona un avversario e viene espulso ( rosso diretto) per fallo di reazione. A battere va Alessandro D’Antoni, meraviglioso destro a giro sopra la barriera e gol nonostante il tuffo disperato di Safarikas. 1-2.

Nel recupero, Rossi viene atterrato da dietro da Napoli: l’arbitro rifila all’autore del fallo solo un cartellino giallo, facendo arrabbiare la panchina braidese. Poco dopo, Daidola sarà a sua volta espulso per proteste.

IL COMMENTO DI DAIDOLA

Fabrizio Daidola, allenatore dell’Ac Bra, nella conferenza stampa post-match ha ribadito quanto i giallorossi siano rimasti negativamente colpiti dall’operato del direttore di gara, il sig. Bertini di Lucca, nella partita disputata con il Lecco. «Non ho capito il suo atteggiamento aggressivo nei nostri confronti – ha dichiarato Daidola –. Dobbiamo cercare di essere lucidi, la mia squadra ha fatto un’ottima partita, abbiamo perso immeritatamente. Meritavamo di più, non posso rimproverare nulla». Ai ragazzi, non all’arbitro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button