Bra’s, il Festival della Salsiccia di Bra: tre chef stellati celebrano l’eccellenza

Saranno gli stellati Michelin Massimo Camia (ristorante “Massimo Camia” di La Morra), Maurilio Garola (“La Ciau del Tornavento” di Neive) e Davide Palluda (“All’Enoteca” di Canale) a interpretare la celeberrima Salsiccia di Bra, l’unica prodotta con carni di vitello, sapientemente prodotta dalle macellerie associate al Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione di questo storico patrimonio gastronomico.

Per tre giorni, gli stellati Michelin Camia, Garola e Palluda, accompagnati dalle loro brigate, cucineranno dal vivo in un Movicentro allestito con una gigante cucina a vista nove piatti ideati per l’evento. Protagonista assoluta sarà chiaramente la Salsiccia di Bra, abbinata – con l’estro e la ricercatezza dei tre fuori classe della cucina italiana – alle tipicità locali: il riso, le verdure degli orti, il pane e il formaggio Bra Dop. Piatti d’autore alla portata di tutti, che potranno essere gustati al prezzo di 12 euro.

Questo il menù della tre giorni gourmet di Bra’s:

Venerdì 6 dicembre (ore 18-23): acciughe ripiene dorate con condiglione di verdure degli orti di Bra preparate da Davide Palluda, max burger di salsiccia di Bra e patate rosse al forno di Massimo Camia, risotto ai peperoni degli orti, olio di bagna cauda e bocconcini di salsiccia di Bra cucinato da Maurilio Garola.
Sabato 7 dicembre (ore 11-15 e 18-23): ravioli di riso e maiale al latte con tartufo nero (Davide Paluda), quiche di verdure degli orti, uovo di quaglia, tartufo nero e fonduta di Bra duro (Massimo Camia) e cipolla cotta al forno con salsiccia di Bra, fonduta di Bra duro e amaretti (Maurilio Garola).
Domenica 8 dicembre (ore 11-17): Crema di patate, limone candito, seppie e salsiccia di Bra (Davide Palluda), risotto Savoia con salsiccia di Bra e fonduta di Bra tenero (Massimo Camia), Le radici degli orti, castagne e soffice di Bra tenero (Maurilio Garola).

Oltre ai piatti cucinati dagli chef stellati, sarà possibile degustare anche il Tagliere Bra’s (salsiccia di Bra, formaggio Bra Dop e focaccia di Bra) a 6 euro e assaggiare la focaccia di Bra a 3 euro, il tutto in abbinamento con i vini della Cantine Ascheri di Bra.

“Siamo orgogliosi ed emozionati – commentano Massimo, Maurilio e Davide – di essere stati invitati per l’organizzazione di questo evento che vuole celebrare e promuovere la Salsiccia di Bra e i prodotti della città. Mettiamo a disposizione la nostra professionalità e siamo certi che sarà una manifestazione di grande successo per il territorio”.

Per tutta la durata dell’evento, cooking show, eventi collaterali e visite guidate alla scoperta della città, oltre ad un treno storico in partenza da Torino domenica 8 dicembre. Ad aprire il Festival della Salsiccia di Bra, giovedì 5 dicembre, sarà una speciale cena stellata a sei mani in programma alle 20.30 nei locali della Mensa comunale (via Montegrappa 21, Bra), in un inusuale e affascinante connubio di stelle e arte gastronomica firmato da Camia, Garola e Palluda. (Info e prenotazioni: 0172.430185).

“Bra’s – Il festival della Salsiccia di Bra” è ad ingresso gratuito nei locali del Movicentro di Bra (piazza Caduti di Nassiriya, accanto alla stazione ferroviaria). Orari di apertura al pubblico: venerdì 6 dicembre dalle 18 alle 23, sabato 7 dalle 11 alle 15 e dalle 18 alle 23, domenica 8 dalle 11 alle 17.

L’evento è organizzato dal Comune di Bra, dall’Ascom di Bra e dal Consorzio della Salsiccia di Bra in collaborazione con Consorzio Bra DOP, Consorzio Pane di Bra, Riso di Bra, OrtoBraGourmet, Cantine Ascheri, DiCaf, I.P.S. Velso Mucci e il sostegno di Camera di Commercio di Cuneo, Regione Piemonte, Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, Cassa di Risparmio di Bra GruppoBPer.

Il programma completo su www.salsicciadibra.it e su www.turismoinbra.it.

SANTA VITTORIA D'ALBA – Il Ristorante Le Betulle organizza sabato 16 novembre una serata dove la protagonista in tavola sarà  “la bagna cauda“. L’autu...
SANTA VITTORIA D'ALBA – Il Ristorante Le Betulle organizza sabato 16 novembre una serata dove la protagonista in tavola sarà  “la bagna cauda“. L’autu...