BRAAttualità
In primo piano

Bra Via Vittorio: mancano le pietre per il restyling, l’appalto è da rifare

Appalto da rifare per la riqualificazione di parte della tratta nord di via Vittorio Emanuele II, la “maestra” di Bra. Dopo il rinvio al 2022 di cui informò questo giornale a giugno, siccome l’impresa aggiudicataria Sereni Srl di Fano (Pu) si diceva sfornita delle pietre di Luserna necessarie ma per lei introvabili cau­sa crisi Co­­­vid, il Comune com­­­mit­ten­te intende risolvere il contratto. Una decisione «consensuale», scrive la Giunta del sindaco Gianni Fogliato nella delibera che afferma non dovrebbero esserci conseguenze di alcun tipo per l’Ente pubblico. Lo schema di scioglimento, infatti, prevede che le due parti vicendevolmente «dichiarino di non avere nulla da pretendere a qualsiasi titolo o ragione». Si spera vada così e che il progetto riesca a completare la reiterazione burocratica trovando un nuovo incaricato pronto a dar corso ai cantieri la prossima estate. Come fu promesso la scorsa estate, con la tratta rimasta in condizioni di ripristino provvisorio degli scassi effettuati nel 2020 per rifare i sottoservizi in vista del restyling. La ditta marchigiana aveva offerto 600mila euro per rifare la pavimentazione e abbattere le barriere architettoniche tra gli incroci con via Rambaudi e via Marconi. I soldi, quelli, ci sono già grazie a un sopraggiunto e quasi del tutto esauriente contributo statale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button