BRAAttualità
In primo piano

Bra, via Principi (ri)perde i pezzi: esperimento prova a risolvere

Inedita colla per selciato in lose, bello ma cede al traffico

BRA – Ci risiamo: via Principi di Piemonte a Bra a neanche 4 anni dal termine dei lavori di riqualificazione è di nuovo da rifare, quasi. Molte delle pietre di Luserna posate nel 2016 a lastricare la “piazzetta” davanti all’ex Crb sono saltate. Il pregevole selciato appare sfregiato da una miriade di rappezzi in catrame, applicati in emergenza dai cantonieri per evitare ulteriori sfaldamenti e pericoli alla circolazione. Il problema era emerso già dopo il primo inverno e non si è mai risolto.

Oggetto di un’interrogazione di parte della minoranza consiliare di centrodestra (Lega con Panero e Tripodi, sempre più isolata l’ex candidata a sindaco Annalisa Genta), non ha trovato risposta in aula per mancanza di tempo. Forse se ne parlerà nel­l’eventuale seduta di settembre ma intanto il Municipio si è mosso dando incarico alla ditta Asfalti Petiti di Sanfrè e preventivando 21.822 euro di spesa comprensiva di ripristini anche in altre zone cittadine. Si può solo sperare che durino più dei precedenti, siccome la Luserna mal sopporta le sollecitazioni del traffico automobilistico combinate con quelle degli agenti atmosferici.

Sotto le ruote anche dei bus e dei camion che passano da via Principi per rifornire un vicino supermercato, va in crisi come e più dei cubetti di porfido. Non a caso l’Amministrazione all’epoca del progetto di riqualificazione aveva inutilmente proposto di valutare un più adatto asfalto. Un’idea che venne criticata dallo stesso centrodestra oggi interpellante, additata come perdita di prestigio per un’area tuttavia esterna al centro storico. Nel 2017 una prima ri-piastrellatura fu caricata alla ditta appaltatrice del restyling, alla quale Palazzo Civico contestò una perfettibile preparazione del fondo. Poi i rimpiazzi hanno cominciato a pesare per intero sulle casse pubbliche e il conto pare destinato a crescere.

Auto, bus e camion Spiega a tale proposito l’assessore Luciano Messa: «All’impresa Petiti abbiamo commissionato un esperimento su sole 7 “lose” incollate con un nuovo prodotto che dovrebbe offrire prestazioni di maggiore elasticità. Lasciamo passare qualche tempo per valutare, se l’efficacia sarà dimostrata completeremo così la riparazione. Di certo le lastre cedono solo dove il transito veicolare è più intenso, ai bordi della piazzetta non si sono verificati distacchi».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button