BRAAttualità

Bra: Una e-bike in dono al servizio prestiti decentrati della Biblioteca

La bici sarà attrezzata con un cassone per il trasporto dei libri

Anche la nostra città sarà beneficiata di una delle biciclette a pedalata assistita che la ditta Egea, principale player locale nel settore, tramite la controllata Tecnoedil concessionaria del ciclo idrico e partecipe di Bra Energia, la Spa a cui fa capo il teleriscaldamento, sta donando a diversi Enti locali sul territorio. Sotto la Zizzola verrà destinata alla Biblioteca, in particolare al servizio decentrato, il prestito volumi itinerante in progetto di estendersi oltre le scuole. La bici sarà attrezzata, a cura del Cfp dei Salesiani, di un cassone porta-libri. La Giunta del sindaco Gianni Fogliato ha così deliberato accogliendo un regalo che, valore circa 1.400 euro, va a incrementare la dotazione di e-bike ormai dal 2015 a disposizione degli impiegati di Palazzo Civico. Una storia, questa, imbarazzante. Comprate in accordo con il Ministero dell’Ambiente che finanziò al 50% la spesa, le 10 bici elettriche Ducati da qualche tempo sono di nuovo sparite dalla loro rastrelliera di ricarica nel cortile di palazzo Garrone. «Sono state ricoverate al sicuro per l’inverno, nella bella stagione torneranno operative» – assicura Fogliato al “Corriere” aggiornando un caso che nel 2017 aveva fatto discutere il Consiglio comunale. Dall’opposizione fecero rilevare come in quasi 2 anni la più parte dei 9 velocipedi elettrici (uno era stato quasi subito rubato) avevano percorso brevissime distanze e a carissimo prezzo: circa 2 euro al chilometro considerati oneri d’acquisto e assicurazione. La speranza è che la e-bike della Biblioteca riscatti questo precedente, contribuendo con un esempio finalmente brillante a valorizzare una mobilità sostenibile a pedali ormai sempre più diffusa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button