BRADal Comune

Bra: un contributo ai centri anti violenza sul territorio, riqualificazioni e recupero immobili

BRA – Oltre alla delibera relativa all’acquisizione del terreno per la realizzazione del nuovo polo scolastico in piazza Arpino, nel corso della seduta di ieri sera (15 febbraio 2021) il consiglio comunale di Bra ha approvato una variazione di bilancio per la realizzazione di centri anti violenza nell’ambito dei servizi sociali territoriali, un intervento di recupero di un immobile abbandonato e in stato di degrado con trasformazione d’uso e una riqualificazione di fabbricato.

Contributi per centri anti violenza sul territorio
E’ di oltre 65mila euro la prima variazione al bilancio previsionale 2021-2023 e recepisce i contributi di quattro bandi vinti nell’ambito dei servizi sociali territoriali, di cui Bra è capofila. Permetteranno la realizzazione di centri e servizi anti violenza sul territorio di competenza, con un progetto che prevede la creazione di case rifugio, percorsi psicologici, supporto legale e assistenza per l’inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza.
La proposta è stata approvata all’unanimità.

Recupero immobile con trasformazione d’uso e riqualificazione fabbricato
Unanimità del Consiglio comunale braidese anche per le altre due delibere a tema urbanistico.
La prima, relativa a un intervento di recupero di un immobile abbandonato e in stato di degrado precedentemente destinato ad attività ricreative in località Borgonuovo, prevede la sua trasformazione d’uso in deposito magazzino di materiale edili. L’intervento, sul quale si sono espressi favorevolmente anche la Commissione Locale per il Paesaggio e la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio competente per territorio, prevede anche uno spazio ad uso pubblico destinato in parte ad area verde e in parte alla formazione di quattro nuovi posti auto a servizio della cittadinanza, oltre alla piantumazione di alberi con essenze autoctone nell’area verde pubblica e negli spazi confinanti con il sito.
La seconda individua un intervento edilizio di demolizione e successiva ricostruzione dei manufatti esistenti in via Isonzo, angolo via san Giovanni Lontano che, oltre a migliorare le caratteristiche estetiche, la sicurezza statica e le prestazioni energetiche dei fabbricati esistenti, contribuisce a limitare il consumo di suolo e riqualificare la città, aumentando gli spazi disponibili alla collettività sia per le aree a servizi che per quelle destinate alla viabilità veicolare e pedonale, con un ampliamento del sedime stradale, nuovi marciapiedi e parcheggi pubblici su via Isonzo e maggiori spazi per l’area verde comunale circostante.

Durante il consiglio comunale sono state discusse anche due interrogazioni, di cui una presentata dal gruppo “Lega Bra” sulla situazione ghiaccio sui marciapiedi durante le scorse nevicate e una avanzata dal gruppo “Fratelli d’Italia – Coraggio si cambia” sulla sussistenza dei presupposti per l’emanazione dell’ordinanza che sanciva il divieto dei botti dal 31 dicembre al 15 gennaio.

E’ possibile rivedere l’intera seduta del Consiglio comunale sul canale You Tube del Comune di Bra, collegandosi a questo link. (em)

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button