BRADal Comune

Bra: Sibille e centrodestra contro Crosetto

Ha avuto alcune “code”, anche ore dopo e nel mezzo della trattazione di altri punti all’ordine del giorno, la discussione in Consiglio comunale a Bra sull’interpellanza presentata da Annalisa Genta (FdI-Coraggio si cambia!) già riferita qui https://ilcorriere.net/in-consiglio-comunale-a-bra-si-discute-sul-tema-sicurezza/.

L’ex sindaco Bruna Sibille (Pd) ha accusato Genta, andatasene dall’aula poco dopo la trattazione del suo documento avvenuta a inizio seduta, d’aver strumentalizzato un episodio pur grave ma come altri verificatisi «senza pubblicità» altrove in Granda.Sibille ha inoltre definito «immeritato» il paragone di Crosetto Bra-Caracas («infangante» per la sua capogruppo Maria Milazzo), proponendo d’agire per danno d’immagine. 

Critica verso Crosetto anche la minoranza ormai distinta e distante da Genta che pure era stata nel 2019 candidata a sindaco del centrodestra: per Luca Cravero (Lega Salvini Premier) «fare terrorismo mediatico giova a nessuno»; per Sergio Panero (Gruppo civico) sono stati usati «i social in direzione sbagliata». Lo stesso Panero ha risposto a chi, sempre sui social network che tutti deplorano quando non fanno il loro gioco, ha definito questa opposizione braidese «gracilina»: ne ha rivendicato il carattere «responsabile» e la disponibilità alla collaborazione nell’interesse della città e nel rispetto dei ruoli con la maggioranza. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button