BRAAttualità

Bra si conferma città Rifiuti Free

I dati di Legambiente ci collocano al primo posto tra i Comuni del Piemonte con oltre 5 mila abitanti per la differenziata

Bra svetta tra i Comuni ricicloni anche nel 2022. Lo attestano i dati diramati in questi giorni da Legambiente, che collocano la città della Zizzola al terzo posto assoluto in Piemonte e al primo tra i comuni con più di 5 mila abitanti per quanto attiene alla percentuale di raccolta differenziata, prossima al 90 per cento.

Una conferma importante per Bra, resa ancor più rilevante a causa delle conseguenze derivanti dalla pandemia. L’obbligo di conferire nell’indifferenziato tutti i rifiuti prodotti all’interno di mura domestiche dove il virus ha contagiato gli occupanti, ha inciso infatti sulla gestione dei rifiuti nel suo complesso, diminuendo in tutto il Paese la percentuale di raccolta differenziata e aumentando la produzione pro capite di rifiuto da avviare a smaltimento.

In Municipio si esprime soddisfazione per un risultato raggiunto “grazie all’impegno e alla sensibilità dei cittadini, che mantengono alto l’interesse per l’ambiente in cui viviamo e che per questo devono essere ringraziati”, commentano il sindaco Gianni Fogliato e l’assessore alla gestione dei rifiuti Daniele Demaria.

Il nuovo fronte su cui si dovrà lavorare ora è quello della produzione pro capite di rifiuti (dato che permette a Pino Torinese di superarci nella classifica generale dei Comuni piemontesi con oltre 5 mila abitanti pur avendo una percentuale di differenziata inferiore a quella di Bra). Pur essendo molto lontani dal limite dei 159 kg annui pro capite imposto dalla Regione – Bra si aggira su una percentuale di residuo secco pari a 70 kg annui – l’obbiettivo da perseguire è quello di ridurre ancora la quantità dei rifiuti conferiti e nello stesso tempo di migliorare la qualità in modo da renderne più agevole il recupero.

A questo proposito, da alcuni mesi il Comune, in collaborazione con il consorzio Coabser, la partecipata STR – Società trattamento rifiuti e la cooperativa Erica, ha avviato il percorso per redigere un complessivo piano di riduzione dei rifiuti, con interventi specifici per le diverse tipologie merceologiche raccolte. Allo stesso tempo, nelle ultime settimane, Comune e consorzio di bacino sono impegnate in una campagna formativa e informativa relativa al conferimento della plastica: sulla base dei risultati delle analisi merceologiche effettuate a campione dei sacchi degli imballaggi in plastica esposti per la raccolta, verranno fornite agli utenti informazioni specifiche per consentire loro di arrivare a un riciclo ottimale. (rb)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com