Bra: sarà Somaglia a sfidare Fogliato alle elezioni per il sindaco 2024

0
426
Il centrodestra ha deciso di ri-puntare su Massimo Somaglia (a destra), già candidato nel 2014 con Forza Italia, per contrastare il favorito Gianni Fogliato ripresentato da Pd e alleati alle amministrative del giugno prossimo

BRAE anche questa settimana il candidato a sindaco lo annunciamo la prossima. Così nel centrodestra a Bra che tuttavia avrebbe scelto di ri-puntare su Massimo Somaglia. Il bancario classe 1965 tentò già la stessa avventura nel 2014: trionfò al primo turno Bruna Sibille del Pd e lui fu eletto in minoranza con Forza Italia. La decisione è presa da tempo ma non si può ancora dire, come ha ammesso al “Corriere” Sergio Panero. Il consigliere comunale uscente e pure lui già aspirante primo cittadino,sarà secondo di un ticket rappresentativo tanto dei partiti quanto delle liste civiche da cui Panero proviene. Per tenere insieme tutti ed evitare la fine delle scorse tornate, la concorrenza interna allo schi­e­ra­men­to a cui i braidesi hanno continuato a riconoscere la maggioranza solo alle elezioni politiche. Alle comunali per Lega, FI e Fratelli d’Ita­lia in 15 anni sconfitte in serie. Allargare la coalizione è considerato fattore necessario per sperare di ribaltarle. Il nome di chi sarà sui manifesti lo è ancor di più e tutti lo sanno, ma l’annuncio va rinviato alla definizione degli accordi di spartizione tra i partiti nelle diverse città della Granda al voto amministrativo a giugno.

 

Il centrosinistra è un po’ più disinvolto su questo terreno. Gianni Fogliato non ha avuto bisogno di autorizzazioni alte per tornare dai concittadini a chiedere un secondo mandato alla guida della Giunta. Ufficializzato già a ottobre, la sua alleanza è salita da 5 a 7 simboli. E’ stato in questi giorni definito l’accordo già preannunciato sempre dal “Corriere” con quelli civici pure loro ma ispirati alle due anime del fu cosiddetto Terzo Polo nazionale, Azione e Italia Viva. Bra ancora laboratorio politico: la Zizzola riunisce ciò che a Roma s’è diviso.  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui