CORONAVIRUSBRASanità

Bra: quarta ondata Covid vicina al picco

Se non al picco o plateau che dir si voglia, vi è ormai vicina la quarta ondata Covid nella nostra provincia. Anche questa settimana dove i contagi hanno continuato a crescere l’hanno fatto a un ritmo minimo rispetto a quello d’inizio gennaio. E in diverse località si sono ridotti.

A Bra oggi gli infetti conclamati da tampone molecolare sul sito della Regione Piemonte risultano 973 mentre erano 949 il 13 gennaio: un incremento del 2,5% a fronte del 24 del precedente rilevamento e del­l’85,4% di quello del 6 gennaio. Alba è scesa a 1.151 da 1.155 casi, Savigliano a 665 da 694 e Saluzzo a 681 da 691. Fossano è salita a 1.115 da 1.093, Mondovì a 861 da 832 e Cuneo a 2.298 da 2.160. Sui confini di Bra nella nostra zona, Cherasco conta 481 residenti positivi, ancora aumentati dai 398 di 7 giorni prima; va meglio a Sommariva del Bosco passata da 300 a 280, a Sanfrè 152 da 161 e a Pocapaglia 104 da 134. 

Idati dei ricoveri

Si mantiene non proporzionale a quella dei contagi la quantità dei ricoveri di pazienti affetti da coronavirus nell’ospedale unico di Langhe e Roero, il “Ferrero” di Verduno. Gli ordinari risultano 56 e in terapia intensiva 5, quando il 13 gennaio gli stessi dati erano rispettivamente 55 e 4. Si tratta in stragrande maggioranza e soprattutto nel­le forme più gravi di persone che non si sono sottoposte o non hanno completato il ciclo vaccinale. Proprio i vaccini si confermano il fattore che ha fatto la differenza rispetto alle passate ondate, insieme a questo “nuovo” Covid che nella sua variante dominante Omicron circola come non mai ma è meno pericoloso. Secondo alcuni esperti potrebbe finalmente portarci a una convivenza endemica con la malattia: sempre che, magari il prossimo autunno, non si presentino nuove e più ag­gres­sive varianti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com