LettereRUBRICHE

BRA – Nuova scuola Media: propongo un paio di soluzioni per il problema traffico

Ho assistito on line al dibattito del Consiglio comunale del giorno 20/12 scorso basato principalmente sul progetto urbanistico per la nuova scuola Media di Bra. Il problema principale era l’ubicazione di questa costruzione: si può erigere in centro vicino alla stazione, si può fare in piazza Esedra, o anche nello spazio della ex fornace dietro alla Coop.

Intanto mi sono chiesto: ma non c’è anche il Liceo di via Serra? non c’è anche il Mucci? Sono esistenti più o meno nella stessa zona della vecchia Bra, è vero che al liceo i genitori non possono portare i pargoli davanti alla scuola in quanto la strada è bloccata ma li scaricano in piazza Caduti della libertà e poi avanti a creare una bella coda di auto nelle vie Moffa di Lisio e Vittorio Emanuele. E in quei momenti è meglio calzare la mascherina per non fare il pieno di Pm 10 e simili. Il Mucci pure richiede il transito nelle strette vie della parte alta della città per poi proseguire in via Craveri o scendere in Barbacana, Moffa o Garibaldi e quindi altre mascherine.

Pertanto, ovunque si decida di edificare conviene considerare anche un futuro trasferimento del Liceo e del Mucci e che ogni scuola possegga la palestra nel seminterrato.

Dopo questa triste panoramica e leggendo ora la nuova puntata sui giornali locali torniamo all’ubicazione indicata per la nuova scuola Media.

Volendo scegliere lo scalo della ferrovia (tanto “sauta o bala”, come si dice in piemontese, di lì non si scappa se non cambia il colore della Giunta alle prossime elezioni), si è discusso e si discute molto sull’incremento del traffico di via Trento e Trieste (aumentiamola di una corsia, eliminiamo l’ex edicola e magari anche il chiosco) per poter fermare i pullman. Ma gli studenti che arrivano a piedi dal centro Bra hanno pur sempre solo i passaggi pedonali per poter giungere alla scuola. Le soluzioni che mi sento di proporre sono due.

1) Una sopraelevata metallica a forma di X, con spalliere poco evidenti, di fronte alla stazione che servirebbe bene sia chi arriva da via Audisio e da Cavour (e anche chi intende andare in centro arrivando dalla stazione o dal passaggio a livello).

2) Interrare via Trento e Trieste coprendola da via Gorizia fino all’inizio della piazza del Movicentro. Si avrebbero due comode rampe di imbocco/uscita. Si creerebbe un’ampia zona pedonale (o parcheggio solo per tutto il personale della scuola) molto utile agli scolari per spostarsi. Interrare un tratto di strada è sempre meno oneroso che interrare linee ferroviarie (Racconigi elimina 2 passaggi a livello e prevede dei sottopassi).Se si elimina il chiosco, i bus all’uscita dal sottopasso possono ancora utilizzare comodamente l’attuale zona di sosta.

A proposito di sottopassi (anche se vado fuori tema), è una soluzione che potrebbe anche interessare il grosso problema del passaggio a livello della nostra stazione ferroviaria.Soluzione senz’altro più economica dell’interramento dei binari (e già suggerita anni fa).

Rico,

Bra

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com