Bra: Natale triste all’Olicar, dipendenti senza stipendio

Bra: Natale triste all’Olicar, dipendenti senza stipendio

BRA – Non è un bel Natale per i dipendenti Olicar Gestione, l’azienda metalmeccanica con sede braidese in via Don Orione che si dibatte ormai da anni nella crisi. Martedì scorso si è concluso con «una delusione» – riferiscono fonti sindacali, il tavolo in cui dirigenza e parti sociali hanno discusso di stipendi arretrati in attesa da mesi e tfr (trattamenti di fine rapporto) ancora non corrisposti al personale dimessosi nel corso di quest’anno. La questione era già stata oggetto di mobilitazione a settembre.
Domenico Calabrese della Cgil: «L’azienda ha fornito soltanto rassicurazioni generiche, a verbale della riunione ha elencato una serie di azioni che intende mettere in atto ma non ha fissato date neppure riguardo ai tfr, rimandando di fatto all’anno nuovo. Un quadro per noi inaccettabile, abbiamo dato mandato agli avvocati di procedere per vie legali».
Le difficoltà di liquidità si trascinano come il più volte promesso rilancio di questa ormai ex controllata dal gruppo Manital Idea, che nel 2016 aveva acquistato Olicar dopo il concordato preventivo chiesto dall’ex patron Bertello. Calabrese informa che «Manital è stata a sua volta acquisita da altra società». Con quest’ultima i sindacati dovrebbero trovarsi a gennaio per il nuovo piano industriale. I dipendenti sono circa 300 a livello nazionale, una trentina rimasti in via Don Orione dove Cgil, Cisl e Uil chiedono «nel rispetto degli accordi pregressi» di bloccare i trasferimenti di tre lavoratrici.
R. Z.

Contatta l'autore

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Ti potrebbero interessare anche:

Apri chat