Bra: la Tari quest’anno farà lo sconto alle famiglie

Pareggia a 43.185.824 euro il bilancio previsionale 2018 del Comune di Bra approvato nell’ultima seduta del Consiglio.
L’autonomia finanziaria del Municipio ha raggiunto quasi il 97%, si è ridotta la spesa corrente (da 22.830.948 nel 2017 a 22.264.257 per il 2018, coperta per il 67% da entrate tributarie, 4,7% da trasferimenti correnti e 26% da entrate extratributarie). In progressiva discesa anche il debito residuo mutui, che dai quasi 20 milioni di euro del 2009 si attesta oggi a 16. Gli investimenti vengono finanziati da oneri di urbanizzazione (in discesa, al 27%), da mutui (al 31%, risorsa dall’importo quasi raddoppiato rispetto al 2017) e contributi (+ 300.000 euro). Continua il trend negativo dei trasferimenti statali, che nell’arco di due mandati amministrativi hanno registrato tagli per 6 milioni di euro.
Sul fronte fiscale, niente cambia tranne che per la Tari, la tassa sui rifiuti: è prevista in calo in media del 10% sulle bollette delle famiglie e in crescita tra il 5 e il 16% per le ditte.
Nessuna variazione, per quanto riguarda i servizi del Municipio, rispetto alle tariffe 2017.

R. S.

X