BRAAttualità

Bra: la stangata-energia colpisce le palestre comunali

Con gli sposi che decidono di celebrare in municipio o in altri palazzi comunali, a Bra il caro-bollette colpisce lo sport. La Giunta Fogliato ha deciso di rivedere le tariffe d’affitto delle palestre di proprietà civica date in gestione al Comitato Uisp. Un provvedimento motivato, come quello sui matrimoni già riferito da questo sito, dalla necessità di rientrare almeno in parte del pesante incremento dei costi energetici. La stessa Giunta aveva già disposto che nei locali in cui si pratica attività fisica la temperatura invernale non debba superare i 17°C; c’è tuttavia da considerare l’invarianza dei consumi per l’illuminazione e i servizi come gli spogliatoi e le docce.
La stangata dal 1° gennaio 2023 inciderà con importi compresi tra il 17 e il 50% sulle tabelle orarie attualmente in vigore. Per esempio, quella della palestra “Pellizzari” in via Montegrappa passerà da 12 a 15 euro; quella del Palatenda di via Ballerini da 12 a 14; quella di Madonna dei Fiori da 6 a 9 euro. Idem per le “Maschili” mentre alla “Dalla Chiesa” si pagheranno 12 euro (oggi 9), alla “Pellizzari Blu” 9 euro (attualmente 6) e a Bandito 15 (a oggi sono 12).
Confermato il sovrapprezzo ulteriore del 50% già in vigore per associazioni che utilizzino le strutture braidesi ma non abbiano la loro sede legale sotto la Zizzola.
Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button