BRAAttualità

Bra, il sindaco: «La città deve molto a Giovanni Fogliato»

Il sindaco Gianni Fogliato ha ricordato, all’inizio della riunione di Consiglio comunale in corso in municipio a Bra, il suo omonimo Giovanni Fogliato, fondatore dei magazzini Montello-Atlante.

«Mi ha sempre colpito di lui – ha detto il primo cittadino – la capacità imprenditoriale. Era partito veramente dal basso, da un’attività artigiana, ma vedeva lontano. Ha investito, promosso economicamente Bra, dato lavoro a tante persone in particolare giovani, anche durante le vacanze estive degli studenti. Credo abbia fatto bene la sua famiglia, qualche anno fa, a donare e intitolare a lui un campo da calcio» nell’Oltreferrovia, dove i negozi Montello hanno messo radici e si è sviluppato prima della crescita anche fuori Bra, in giro per il Piemonte. Ha proseguito il sindaco: «Capacità imprenditoriali unite a grande umanità e grande affidabilità che hanno portato Fogliato a essere ben voluto dalle persone, a interfacciarsi in modo positivo con grande attenzione anche per il territorio, la nostra Bra. E’ stato presente, finché ha potuto, spesso alle iniziative, sempre anche in modo finanziario per sostenerle».

Il predecessore di Gianni Fogliato, Bruna Sibille, ha aggiunto: «Il sig. Fogliato era un esempio di quello che è stato l’ascensore sociale per una certa generazione di italiani, oggi accade molto meno. Da umili origini è arrivato a posizioni prestigiose non dimenticando mai da dove aveva cominciato. E il sorriso era sempre quello con cui ti affrontava».

Il consigliere Francesco Testa, cugino della famiglia Fogliato, ha ringraziato a nome dei parenti e ha aggiunto: «A lui, pur non essendo erede biologico, ero legato come un nonno. E così ero legato non solo io; centinaia i “montellini”, come si chiamano i dipendenti della sua azienda, che lo ricordano come “nonno Giovanni” per la sua capacità di arrivare spesso dove altri dirigenti, non riuscivano ad arrivare».

La consigliera Maria Milazzo ha ricordato «quando ancora la Caritas di Bra non esisteva, come gruppo caritativo di Bescurone avevamo chiesto al sig. Fogliato degli sconti sulle calzature per i meno abbienti del quartiere; ebbene lui le scarpe ce le regalò».

Il consigliere di minoranza Sergio Panero ha aggiunto: «Il campo da calcio vicino al cimitero non solo è stato intitolato al sig. Fogliato, ma realizzato dalla sua famiglia e messo a disposizione delle società sportive che lo utilizzano. Una ricaduta sul territorio di cui siamo grati».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button