LettereRUBRICHE

BRA –  Il “caso elettorale” sui rifiuti: nessuna anomalia, sorprende la risposta dell’assessore

Caro direttore,

ho letto sull’ultimo numero de “il Corriere” la polemica sui rifiuti a Bra. Come sempre in campagna elettorale si parla spesso a vuoto.

La realtà sui rifiuti denunciata da Annalisa Genta è questa e sorprende che l’assessore Cravero non abbia dato una risposta puntuale. Gli utenti di corso Cottolengo, da lato di palazzo Mathis (sede Pegaso per intenderci) ai Battuti Bianchi, agli alloggi dietro i Battuti Bianchi, fino alla rampa che porta in via San Giovanni debbono portare i loro rifiuti sulla rampa che da piazza Caduti della libertà (Municipio) porta ai Battuti Bianchi, lì dove li ha visti Annalisa Genta, perché i camion della raccolta non passano in via Cottolengo siccome non potendo scendere dalla rampa in piazza Caduti dovrebbero fare manovra sopra i portici dell’ala e potrebbero comprometterne la stabilità. Quindi nei giorni di raccolta è normale che li si trovino cassonetti e sacchi di rifiuti certamente non belli da vedere.

Possibili rimedi? Far passare molto presto i mezzi di raccolta al mattino, o aprire la rampa che scende in piazza Caduti per non far fare manovra ai mezzi, o usare mezzi più piccoli e leggeri raccogliendo porta a porta anche in quella zona.

Aggiungo che qualche volta, per senso civico, per evitare quello spettacolo davanti al Municipio, porto via io i rifiuti dei Battuti Bianchi.

Così stanno le cose.

Cordialmente.

Gianni Carnevale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com